cerca

Caos Metropolitana di Roma, scioperano gli operai

Da Caf Italia via ai licenziamenti. Lo stop dei manutentori dei treni della linea A, B e C fino al 16 dicembre. L'Authority: "Protesta illegittima". Gabrielli: "Pronti a precettare"

Caos Metropolitana di Roma, scioperano gli operai

metro roma

Sciopero di sette giorni a partire da oggi e fino al 16 dicembre dei lavoratori addetti alla manutenzione e riparazione dei treni della Metro A, B e C di Roma per protestare contro i licenziamenti collettivi decisi dalla Caf Italia, azienda che occupa circa 50 tecnici specializzati nei due depositi dell'Atac a Magliana e a Osteria del Curato. La decisione, pesantissima per l'utenza romana già piegata da disservizi e scioperi più o meno selvaggi nel trasporto pubblico, arriva al termine di un'assemblea incandescente dei lavoratori aderenti alla Fiom che alla fine optano per incrociare le braccia. "Siamo disperati. Entro la fine dell'anno molti di noi saranno licenziati. Ci serve il vostro aiuto" dicono in una lettera aperta alla cittadinanza inviata in serata. Dopo la scelta di Atac di riportare al proprio interno le attività di manutenzione finora svolte dai lavoratori Caf Italia, infatti, ha aperto una procedura di licenziamento collettivo "rifiutandosi persino di discutere la possibilità di ricorrere agli esodi volontari e alla ricollocazione in altri cantieri operanti sul territorio nazionale" spiega ancora la Fiom che ammette come si tratti di una decisione "drammatica che metterà a rischio la tenuta della metropolitana di Roma, dal momento che le attività di riparazione e manutenzione saranno sospese, proprio in un momento particolarmente delicato stante l'apertura del Giubileo".

 

L'Authority: "Sciopero illegittimo" Immediato lo sbarramento da parte del Garante per gli scioperi, Roberto Alesse e del prefetto di Roma, Franco Gabrielli. "Ho scritto all'organizzazione sindacale, per chiedere l'immediata revoca dello sciopero" spiega il Garante che elenca minuziosamente tutte le violazioni che la Fiom avrebbe commesso nella proclamazione dell'azione di lotta: dal mancato rispetto della franchigia giubilare al mancato esperimento delle procedure di raffreddamento e conciliazione fino al mancato rispetto del termine di preavviso. Su queste basi dunque il Garante "si riserva l'apertura di un procedimento per valutare l'applicabilità delle sanzioni previste dalla legge".

 

Gabrielli: "Pronti a precettare se non viene revocato" Molto più esplicito il prefetto di Roma, Gabrielli: "Lo sciopero è illegittimo e se domani non si darà corso positivo alla notifica inviata dal Garante degli scioperi precetteremo" annuncia. E mentre infuria la tempesta sono gli stessi lavoratori della Caf Italia a rivolgersi ai cittadini con una lettera aperta: "Ci dispiace aver dovuto prendere una decisione così grave e dalle imprevedibili conseguenze sulla tenuta del trasporto pubblico, specialmente in una fase così importante per la nostra città come quella del Giubileo appena aperto. Ma siamo disperati. Prima della fine dell'anno molti di noi perderanno il proprio posto di lavoro, e con esso la fonte principale e molto spesso unica di sostentamento delle nostre famiglie" dicono chiedendo l'aiuto dei cittadini stessi "per mantenere il nostro posto di lavoro, per continuare a garantire l'ottimo livello di servizio finora reso ad Atac nella manutenzione e riparazione dei treni e la qualità del servizio offerto, in ultimo, a tutti i romani".

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Salvini: "Mi criticano per le divise della polizia? Le porto con onore"

Gracia De Torres e Daniele Sandri
Il Tricolore atterra sui Fori Imperiali: ecco il lancio mozzafiato del paracadutista della Folgore
Sul palco in bermuda, il balletto di Maradona per Maduro