cerca

Cooperativa San Francesco

«La Regione ci aiuti o rischiamo di chiudere»

È una corsa contro il tempo quella della cooperativa sociale San Francesco Onlus. A giugno scade la cassa integrazione al 50% che ha permesso fino a oggi l’attività della struttura di assistenza socio-sanitaria per gravi disabilità che da trent’anni gestisce il centro di via del Casaletto. Una struttura che ha ottenuto nel 2010 l’accreditamento della Regione Lazio al quale non è mai corrisposto un budget adeguato agli standard di qualità richiesti alla struttura.

«Nel 2013 c’è stato l’accreditamento definitivo per le strutture riabilitative con standard qualitativi molto alto - spiega Sabrina Sclafani, presidente della cooperativa sociale San Francesco - però il budget che ci viene assegnato di anno in anno, che avrebbe dovuto essere adeguato agli standard, non è sufficiente a garantire i nostri servizi. Anzi, è andato sempre più assottigliandosi. Siamo in cassa integrazione al 50% dal 2010 e ora la situazione sta diventando insostenibile. Non so per quanto tempo possiamo andare avanti, le casse sono vuote e a giugno finirà la cassa integrazione». Una realtà nata nel lontano 1979 nell’area Ex Enaoli in seguito all’occupazione di don Giuseppe Bisson. Dopo varie assegnazioni temporanee la locazione è finalmente in fase di regolarizzazione con il Comune. Oltre tutto, per adeguare la struttura agli standard richiesti dalla Regione, la cooperativa ha sostenuto negli anni ingenti spese. Il rischio è che potrebbe essere tutto inutile. «Chiediamo solo un budget adeguato al nostro accreditamento - continua Sclafani - finora siamo stati costretti a chiedere finanziamenti personali pur di tirare avanti ma ora non ce la facciamo più. Oltre all’attività ambulatoriale nella struttura abbiamo dodici pazienti residenziali da circa 20 anni. Dove andranno a finire? Senza contare i bambini in lista di attesa per una terapia che rischiano di non avere mai».

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Salvini: "Mi criticano per le divise della polizia? Le porto con onore"

Gracia De Torres e Daniele Sandri
Il Tricolore atterra sui Fori Imperiali: ecco il lancio mozzafiato del paracadutista della Folgore
Sul palco in bermuda, il balletto di Maradona per Maduro