cerca

Trovato l’aereo caduto in mare a Los Roques 5 anni fa

Dopo cinque anni è stato ritrovato il relitto del piccolo aereo da turismo scomparso nel 2008 al largo dell'arcipelago di Los Roques, davanti a Caracas, in Venezuela. A riferirlo le autorità...

Trovato l’aereo caduto in mare a Los Roques 5 anni fa

B_A_WEB

Dopo cinque anni è stato ritrovato il relitto del piccolo aereo da turismo scomparso nel 2008 al largo dell'arcipelago di Los Roques, davanti a Caracas, in Venezuela.

A riferirlo le autorità venezuelane. Il bimotore Let 410 della compagnia Transaven viaggiava con 14 persone a bordo: 5 venezuelani, tra cui il pilota e il copilota, otto italiani e un cittadino svizzero. L'unico cadavere ad essere stato ritrovato fu quello del copilota 37enne Osmel Alfredo Avila Otamend.

Il ministro degli Interni, Miguel Rodriguez Torres, ha precisato che l'aereo è stato trovato a sei miglia a largo di Los Roques, a una profondità di circa 3.000 piedi (900 metri). Il bimotore è stato localizzato dalla nave oceanografica americana Sea Scout che stava operando da giorni nell'area nell'ambito di un accordo Roma-Caracas. Sulla stessa rotta, il 5 gennaio 2013, un altro velivolo simile, con a bordo Missoni Junior e la moglie, sparì senza lasciare tracce. Le notizie non danno alcuna informazione sui resti umani o di oggetti appartenuti ai passeggeri ritrovati in loco, né fanno riferimento alcuno al modo in cui si cercherà di riportare a galla il relitto, adagiato adesso sul fondo del mare. Il velivolo era precipitato dopo il decollo dall'aeroporto Maiquetia di Caracas mentre era diretto a Los Roques, una delle principali destinazioni turistiche dei Caraibi. Sull'aereo scomparso cinque anni fa si trovavano gli italiani Stefano Frangione, Fabiola Napoli, Paola Durante, Bruna Guarnieri, le figlie Sofia ed Emma, Rita Calanni e Annalisa Montanari. A bordo c'erano inoltre cinque venezuelani - il pilota Bessil, il copilota Osmel Alfredo Avila Otamendi, Patricia Alcala, Karina Rubis, Issa Rodriguez - e lo svizzero Alexander Nierman. Fino ad oggi l'unico cadavere ad essere stato ritrovato - il 13 gennaio nella penisola di Falcon - è stato quello del copilota.

«Mi sento persa, non so cosa fare. L’ammiraglio Giovanni Vitaloni è lì sul posto e ci ha comunicato che senza alcun dubbio il relitto ritrovato è quello dell'aereo su cui stava mia figlia Bruna con il marito e le due bambine». Così Paola Fontana, ancora scossa, madre di Bruna Guernieri, commenta la notizia.

«È come se fosse successo oggi, sia per Debora che per i genitori». Così l'avvocato Riccardo Trupiano racconta lo stato d'animo delle famiglie di Stefano Frangione e Fabiola Napoli, la coppia romana di sposi in viaggio di nozze.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

Salvini: "Mi criticano per le divise della polizia? Le porto con onore"

Gracia De Torres e Daniele Sandri
Il Tricolore atterra sui Fori Imperiali: ecco il lancio mozzafiato del paracadutista della Folgore
Sul palco in bermuda, il balletto di Maradona per Maduro