cerca

la riforma dello sport

Dal Trattato di Marsiglia alla responsabilità sociale: i progetti innovativi "inclusive wellness"

Dal Trattato di Marsiglia alla responsabilità sociale: i progetti innovativi "inclusive wellness"

ASI Nazionale insieme a Fitness Network Italia, a supporto del Settore Wellness in Italia, si è resa firmataria del Trattato di Marsiglia; un documento internazionale volto ad affrontare le disuguaglianze ed incoraggiare l’inclusione stimolando i principali StakeHolders a sostenere concretamente la trasformazione globale del settore Wellness anche grazie alla costituzione della W.I.S.H. Foundation – Wellness Italian Stakeholders Headquarter.

La nuova Riforma dello Sport e le tematiche di Inclusione e Responsabilità Sociale sono leitmotiv del “WISH Congress” del 31 Maggio nell’ambito della nota kermesse RiminiWellness, dove il Senatore Claudio Barbaro, Presidente di ASI Nazionale introdurrà i lavori portando aggiornamenti sul DL inerente al Riforma dello Sport e anticiperà la presentazione dell’innovativo progetto di Inclusive Wellness.    

Verrà infatti presentata la piattaforma di InclusiveWellness.it che, come spiega Andrea Pambianchi, Ceo di Fitness Network Italia e promotore con ASI di WISH Foundation, insieme con il concept dei 7 Inclusive Wellness Badge andranno ad integrare le linee guida UNESCO e UFIT per fornire ai Titolari di Club strumenti, supporti ed una formazione idonea per favorire l’inclusione sociale delle persone con disabilità, di tutti i tipi, e delle categorie svantaggiate.

Una vera e propria mappatura dei centri fitness, con una classificazione certificata apposita e riconoscibile, utile a individuare quale attività sportiva è possibile praticare in un determinato centro rispetto alla disabilità del singolo, creando una mappa di luoghi ed attività accessibili;

Un concreto salto in avanti in tema di responsabilità sociale e accesso allo sport per tutti, che mira ad assottigliare la percentuale di inattività fra le persone diversamente abili. I parametri per lo screening e la classificazione degli impianti nelle sette categorie individuate è affidata alla sapiente opera di S.C.A.I.S ( società di consulenza ed assistenza all’impiantistica sportiva), associazione Benemerita Riconosciuta dal CONI diretta dall’ing. Dario Bugli. 

 

 

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Salvini: "Mi criticano per le divise della polizia? Le porto con onore"

Gracia De Torres e Daniele Sandri
Il Tricolore atterra sui Fori Imperiali: ecco il lancio mozzafiato del paracadutista della Folgore
Sul palco in bermuda, il balletto di Maradona per Maduro