cerca

Pensionato spara e uccide rapinatore, è indagato per omicidio volontario

Per Salvini il ladro ucciso se l'è andata a cercare, mentre Maroni: "La Regione si accollerà le spese di difesa"

Pensionato spara e uccide rapinatore, è indagato per omicidio volontario

112

Omicidio volontario: è questa l'ipotesi di reato che la Procura di Milano contesta al pensionato che la scorsa notte ha sparato e ucciso un giovane ladro che era entrato nel suo appartamento a Vaprio d'Adda (Milano). L'indagine è affidata al pm di turno Antonio Pastore. Il giovane di 28 anni, di nazionalità romena, è morto nella notte per ferite da arma da fuoco. Il propiretario di casa ha detto di essersi procurato l’arma, una calibro 38 semiautomatica, dopo aver subito diversi furti in casa. Da agosto ad oggi avrebbe subito 4 rapine. A chiamare i carabinieri era stata una vicina che ha visto alcune persone scavalcare la recinzione della villetta a fianco. Quando i militari sono arrivati sul posto si era appena consumata la tragedia: il padrone di casa ha raccontato che, svegliato dai rumori, ha preso la sua pistola (regolarmente detenuta) e ha sparato un colpo al ladro. Poi ne ha esploso ancora uno, o forse due, in aria vedendo in giardino altre ombre fuggire. Quindi, rientrando, ha trovato il corpo a terra del giovane, ha cercato di soccorrerlo e ha chiamato 118.


La dinamica e le accuse Dopo una prima ipotesi di omicidio colposo con eccesso colposo in legittima difesa, in seguito agli ultimi accertamenti, la Procura ha formulato la contestazione di omicidio volontario, per poter svolgere tutti gli accertamenti utili a ricostruire la dinamica di quanto accaduto. Si valuterà in seguito se sussistano i presupposti per riconoscere l’eccesso colposo in legittima difesa (punito penalmente) o la legittima difesa (non punita). Il giovane romeno sarebbe stato colpito frontalmente dal pensionato, da una distanza ravvicinata, ed è stato raggiunto da un solo proiettile. Gli altri due colpi non hanno raggiunto nessuno. Il pensionato è stato ascoltato a lungo dai carabinieri, che hanno interrogato anche i suoi familiari. Le indagini sono coordinate dal procuratore aggiunto di Milano Alberto Nobili e dal pm Pastore, che hanno disposto l’autopsia sul cadavere del giovane.


Le reazioni Il leader della Lega Nord, Matteo Salvini, non ha dubbi: "Se l'è cercata" e da Facebook ha fatto sapere

 

Secondo i Carabinieri, un immigrato di 28 anni entrato in un appartamento a Vaprio d'Adda (Milano) per rubare, è morto...

Posted by Matteo Salvini on  Martedì 20 ottobre 2015


Sulla stessa linea il commento di Giorgia Meloni (Fdi-An): "Uccide ladro che vuole svaligiargli casa e subito viene indagato. Noi stiamo con chi si difende: difesa è sempre legittima #leggestacchio" ha scritto su Twitter. Poi ha aggiunto: "Siamo al fianco della comunità di Vaprio D'Adda che questa sera scende in piazza per una fiaccolata di solidarietà nei confronti di un concittadino che non ha nemmeno il diritto di poter stare al sicuro nel suo appartamento". Sul caso è intervenuto anche il governatore della Lombardia, Roberto Maroni: "La Regione si accollerà le spese di difesa del pensionato che, per legittima difesa, ha sparato al ladro romeno entrato in casa sua".

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Salvini: "Mi criticano per le divise della polizia? Le porto con onore"

Gracia De Torres e Daniele Sandri
Il Tricolore atterra sui Fori Imperiali: ecco il lancio mozzafiato del paracadutista della Folgore
Sul palco in bermuda, il balletto di Maradona per Maduro