cerca

a ferrara finisce 2-1

Suicidio Lazio. La Spal vince in rimonta

Illude Immobile su rigore. Poi Petagna e Kurtic condannano i biancocelesti

Suicidio Lazio.  La Spal vince in rimonta

Dopo il pari nel derby per la Lazio arriva la prima sconfitta stagionale nella trasferta dello stadio Mazza contro la Spal. I biancocelesti si illudono passando in vantaggio nel primo tempo con un rigore realizzato al 16’ da Immobile ma nella ripresa subiscono il ritorno di fiamma degli estensi che ribaltano il risultato imponendosi per 2-1.

Il pari dell’11 di Semplici è firmato da una mezza rovesciata di Petagna al 63, al 92’ il gol vittoria di Kurtic. La classifica vede la Lazio restare ferma a 4 punti, prima vittoria in stagione per la squadra di Semplici a 3 punti. Lazio subito avanti, al 10’ il primo acuto è di Caicedo, l’ecuadoregno lascia esplodere un sinistro che scheggia il palo a Berisha battuto. Al 16’, dopo il ricorso al Var, l’arbitro Calvarese assegna un rigore alla Lazio per un fallo di mano di Tomovic. Sul dischetto si presenta Immobile che non sbaglia spiazzando Berisha. Insiste la formazione di Inzaghi, Radu prova la conclusione da lontano ma non inquadra la porta. Al 27’ la prima palla gol dei padroni di casa, su cross dalla destra Kurtic svetta di testa ma la conclusione sorvola la traversa. Al 34’ pericolo per la retroguardia estense, una leggerezza di Reca innesca il tiro di Parolo deviato in angolo. Due minuti più tardi un errore in disimpegno della squadra di Semplici attiva Luis Alberto che si porta al limite ma si fa respingere la conclusione di pugno da Berisha. Insistono i capitolini: azione di Immobile che va sul fondo e serve al centro l’accorrente Caicedo, il tiro è di poco a lato.

A inizio ripresa cambio tra le file biancocelesti, esce Patric ed entra Vavro. Per la Spal azione personale di Cionek che penetra in area ma una volta chiuso da un difensore è costretto a concludere sul primo palo con Strakosha che fa buona guardia. Al 60’ ci prova la Spal con un sinistro di Kurtic potente respinto di pugni da Strakosha. Semplici getta nella mischia il brasiliano Strefezza. Al 63’ il pari della Spal, su azione scaturita da corner torre di Tomovic per Petagna che nel cuore dell’area addomestica il pallone e con una mezza rovesciata trova il pari. Tutto da rifare per la Lazio quando mancano 25 minuti dal 90’.

Inzaghi getta nella mischia Milinkovic-Savic al posto di Leiva, fuori Caicedo per Correa. Al 79’ mani tra i capelli per Kurtic, il centrocampista sloveno di testa spreca una ghiotta occasione per portare in vantaggio la Spal. Due minuti più tardi occasione su punizione dal limite per Luis Alberto, la palla a giro è appena fuori. Al secondo minuto di recupero la Spal mette la freccia, su una prima conclusione di Strefezza murata dalla difesa, arriva Kurtic che con freddezza di piatto destro infila Strakosha per il 2-1. Di Francesco ha l’occasione del 3-1 ma spreca. Dopo 6 minuti di recupero esplode la gioia del popolo della Spal per i primi 3 punti stagionali della squadra di Semplici.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Salvini: "Mi criticano per le divise della polizia? Le porto con onore"

Gracia De Torres e Daniele Sandri
Il Tricolore atterra sui Fori Imperiali: ecco il lancio mozzafiato del paracadutista della Folgore
Sul palco in bermuda, il balletto di Maradona per Maduro