cerca

Il governo Lega-M5S

Salvini e Di Maio oggi al Colle ma sul premier si tratta ancora. Ipotesi Conte, Sapelli: io disponibile

Salvini e Di Maio oggi pomeriggio al ColleSul nome del premier si tratta ancora

Di Maio e Salvini al Colle con un nome solo. Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, riprenderà oggi  le consultazioni con il seguente calendario: ore 16.30 Luigi Di Maio con Danilo Toninelli e Giulia Grillo, presidenti dei gruppi patrlamentari del Movimento 5 Stelle. Ore 18 Matteo Salvini con Gian Marco Centinaio e Giancarlo Giorgetti per la Lega.

Nel totonomi la new entry è l'economista Giulio Sapelli, che prima si trincera dietro al no comment: "Non parlo di me da sempre, ho fatto della riservatezza la mia cifra di vita. E quindi non commento. Però, da quanto ho letto, il programma M5S-Lega è un buon programma e come cittadino lo condivido". Poi racconta di più: "Sono in attesa. Sto aspettando che qualcuno mi chiami per andare al Quirinale dal presidente Mattarella. Sono un vecchio torinese che rispetta le istituzioni", dice a Lo Speciale, confermando di aver dato la sua disponibilità a Matteo Salvini come premier di un governo M5S-Lega. "Ministri? È una strada lunga, se ne sta parlando. Sicuramente ho nomi da proporre", ha spiegato a LaPresse. 

Altre indiscrezioni puntano su un altro professore, in quota M5S, Giuseppe Conte. 

Occhi puntati sul Quirinale, dunque, dove Luigi Di Maio e Matteo Salvini verranno ricevuti dal presidente della Repubblica, Sergio Mattarella. I leader del Movimento 5 Stelle e della Lega sono pronti a riferire al Capo dello Stato in vista della formazione del Governo come ha anticipato ieri Di Maio in una breve telefonata al Segretario generale alla Presidenza, Ugo Zampetti. Ieri in un incontro al Pirellone a Milano i rappresentanti delle due forze politiche hanno lavorato al programma comune utile a far decollare la legislatura.

"Per rispetto delle prerogative del capo dello Stato Matteo Salvini e Luigi di Maio, presenteranno il nominativo unico e secco. Unitamente al nome verrà presentata anche la bozza di contratto che sarà la base programmatica, la Bibbia rispetto alla quale il nuovo Governo, se nascerà, troverà i dettami politici su cui muoverà i passi" ha detto Nicola Molteni, parlamentare della Lega Nord presente al tavolo di confronto con il M5S per la stesura del contratto di Governo. Ha poi anche aggiunto: "Se Salvini e Di Maio hanno il nome? Credo proprio di sì. Se non fosse stato così non avrebbero chiamato il capo dello Stato dicendogli di essere pronti a salire al Colle e a conferire". Ma resta il nodo del premier e del suo coinvolgimento rispetto alla stesura del programma: "Io credo che sia stato coinvolto. Magari era anche seduto a quel tavolo, non date tutto per scontato" ha detto Molteni.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Gracia De Torres e Daniele Sandri: il nostro matrimonio gipsy bohemian [VIDEO]

Il Tricolore atterra sui Fori Imperiali: ecco il lancio mozzafiato del paracadutista della Folgore
Sul palco in bermuda, il balletto di Maradona per Maduro
Choc a Roma: si lancia dal tetto, i poliziotti lo afferrano per le caviglie

Opinioni