cerca

«Vi svelo la Lega dei Popoli A Roma valanga di adesioni»

Volpi: «Non sarà una cosa nero-verde, con noi ex FI e centristi»

«Vi svelo la Lega dei Popoli A Roma valanga di adesioni»

Senato - ddl Riforme Costituzionali

Raffaele Volpi, senatore della Lega Nord, è l’uomo a cui Matteo Salvini ha affidato il progetto di creare e guidare il partito «gemello» del Carroccio nel resto d’Italia. Al Tempo svela contorni e obiettivi nel nuovo contenitore che sarà presentato nei prossimi giorni.

Onorevole Volpi, quando Salvini le ha parlato per la prima volta di una Lega al Sud ha pensato fosse impazzito?

«No, ho pensato che stavamo affrontando una nuova sfida che, peraltro, era stata già confermata dal fatto di aver inserito la scritta "Basta Euro" nel simbolo per le Europee».

Guardare al resto del Paese vi farà perdere voti al Nord?

«No, perché i due soggetti resteranno distinti. Non si snaturerà, insomma, l’identità che la Lega ha coltivato nei 25 anni della sua storia».

Il nome di Salvini sarà nel simbolo?

«Sì. Non ci sarà invece Alberto da Giussano, per rispettare gli elettori della Lega Nord e quelli che si stanno avvicinando nelle altre parti del Paese».

Come si articolerà la Lega dei Popoli? Sarà un partito unitario o una confederazione?

«Abbiamo tenuto aperte le porte sia all’associazionismo che ai singoli. Non parlo solo di associazioni politiche, ma anche di categorie «sociali». Penso, ad esempio, ai consumatori. Non vogliamo assolutamente snaturare la storia di ognuna di queste associazioni. Sicuramente ci sarà bisogno di omogeneizzare l’indirizzo politico, ma questo avverrà con l’accettazione del nostro statuto. Tutti, in ogni caso, dovranno presentarsi col nostro simbolo. Il progetto è ormai una realtà in tutte le regioni e in particolare nel Lazio. Presto a Roma molti consiglieri circoscrizionali sveleranno la loro adesione».

Prima sfida elettorale?

«Probabilmente le Regionali in Campania e Puglia, nel 2015. Ma, essendo stato io per 9 anni il responsabile della Lega per gli enti locali in Lombardia, guardo con attenzione anche alle elezioni nei Comuni».

Presto per fissare obiettivi?

«Per pensare di eguagliare i risultati della Lega Nord ci vorrà tempo. Ma il consenso raccolto da Salvini alle Europee, anche fuori dal Nord, è un buon viatico. Già ora, prima ancora che siano stati resi noti simbolo, nome e struttura, i sondaggi danno la Lega in crescita ovunque di una percentuale tra lo 0,5 e l’1%».

Salvini ha detto che la battaglia per l’indipendenza padana è archiviata solo per il momento. Vuol dire che la «Lega dei Popoli» avrà vita breve?

«Se avessimo voluto creare un partito "one shot" non vi avremmo dedicato tutto il lavoro degli ultimi 4 mesi. Noi vogliamo lasciare sul territorio un’organizzazione politica che rilanci i valori dispersi dal centrodestra. E in più nello statuto ho fatto inserire l’attenzione particolare che avremo per i giovani. Vorremmo che la nostra azione lasci un segno in chi in futuro farà politica».

Alcuni temono che la Lega dei Popoli si trasformi, invece, in una zattera di salvataggio per «vecchi» politici?

«Io credo che ci siano persone per bene che hanno fatto politica e che meritano di essere rimesse in gioco. Ma vorrei sottolineare un altro passaggio: alcune adesioni ricevute hanno fatto pensare alla nascita di un partito "nero-verde". Non è così, chi ci sta affiancando viene dalle storie politiche più disparate. Ci sono, per dire, anche ex centristi o i delusi di FI ed Ncd».

L’ipotesi di una «cosa nero-verde» con Fdi-An non è mai stata considerata?

«Fratelli d’Italia ha una sua storia molto caratterizzata e un bacino potenziale delimitato dal chiaro posizionamento a destra. Noi puntiamo a un bacino più ampio. Magari ci saranno travasi di consensi: nessuno vuol fare concorrezna, ma i voti non si rifiutano. Semmai ognuno sia bravo a tenersi i suoi».

Crede che davvero il Sud sia disposto ad appoggiare un partito legato alla Lega Nord?

«Certo. Le emergenze e gli interessi comuni faranno archiviare alcuni episodi del passato che a volte sono stati sbagliati, a volte male interpretati».

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

Salvini: "Mi criticano per le divise della polizia? Le porto con onore"

Gracia De Torres e Daniele Sandri
Il Tricolore atterra sui Fori Imperiali: ecco il lancio mozzafiato del paracadutista della Folgore
Sul palco in bermuda, il balletto di Maradona per Maduro