cerca

dati

Inail, impegno per sostegno autonomia e reinserimento lavorativo disabili

Iniziativa promossa con Istat e Comitato italiano paralimpico

Inail, impegno per sostegno autonomia e reinserimento lavorativo disabili

Roma, 3 dic. (Labitalia) - Far conoscere meglio, e in modo rigoroso, il mondo della disabilità nel nostro Paese. E' questo l'obiettivo dell'iniziativa promossa a Roma da Inail, Istat e Comitato italiano paralimpico (Cip), con il patrocinio della Camera dei deputati oggi, in occasione della Giornata internazionale delle persone con disabilità, nel corso della quale sono stati illustrati i risultati di un nuovo Rapporto realizzato dall'Istituto nazionale di statistica per valorizzare e mettere al servizio della collettività il patrimonio informativo disponibile su questo tema. A ospitare l'evento, alla presenza del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, è l'Auditorium della direzione generale dell'Inail, sempre più impegnato sul versante del sostegno all'autonomia e del reinserimento lavorativo delle persone con disabilità. Negli ultimi anni, infatti, sono state rafforzate le misure messe in campo dall'Ente per finanziare gli interventi realizzati dalle aziende per l'abbattimento delle barriere architettoniche, l'adeguamento delle postazioni, la formazione e la riqualificazione professionale.

Il regolamento protesico dell'Inail prevede inoltre la possibilità di finanziare la realizzazione di interventi per il superamento delle barriere architettoniche e l'installazione di dispositivi domotici nelle abitazioni degli assistiti, quando le menomazioni che hanno subito penalizzano la loro mobilità o la gestione dell'ambiente domestico. Partendo dall'esperienza maturata dal Centro Protesi Inail di Vigorso di Budrio (Bologna), dove oltre mezzo secolo fa fu sviluppata la prima protesi mioelettrica, l'Istituto ha ottenuto importanti risultati anche sul versante della riabilitazione e della protesica. Un esempio è Hannes, la mano protesica di derivazione robotica sviluppata dal Rehab Technologies Lab, il laboratorio congiunto nato dalla collaborazione tra l'Inail e l'Istituto italiano di tecnologia di Genova.

Attraverso le protesi del Centro protesi oggi molti campioni paralimpici gareggiano nelle competizioni internazionali. Il sostegno strutturato che Inail fornisce al Comitato italiano paralimpico nasce dalla consapevolezza dei grandi benefici che le persone con disabilità possono ricavare dall'esercizio di un'attività sportiva. Grazie a questa collaborazione sono stati anche sperimentati dispositivi per lo sport paralimpico, i cui benefici vanno oltre l'ambito sportivo. La tecnologia delle protesi realizzate dal Centro di Vigorso di Budrio per molti campioni paralimpici, e per tanti assistiti che praticano sport a livello amatoriale, oggi infatti si ritrova anche nei dispositivi utilizzati quotidianamente dalle persone con disabilità.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

Salvini: "Mi criticano per le divise della polizia? Le porto con onore"

Gracia De Torres e Daniele Sandri
Il Tricolore atterra sui Fori Imperiali: ecco il lancio mozzafiato del paracadutista della Folgore
Sul palco in bermuda, il balletto di Maradona per Maduro