cerca

Putini e Obama a colloquio telefonico sul caso Snowden

L’ex contractor aveva fatto richiesta a Mosca di asilo politico

Putini e Obama a colloquio telefonico sul caso Snowden

Edward Snowden

I presidenti di Stati Uniti e Russia, Barack Obama e Vladimir Putin, nella notte hanno parlato al telefono del caso di Edward Snowden. Lo fa sapere la Casa Bianca, senza fornire dettaglia sul colloquio in cui i due hanno discusso dell'ex contractor della National security agency (Nsa), ricercato dagli Usa per aver diffuso informazioni riservate e che ieri ha incontrato attivisti nell'aeroporto di Mosca. Ieri la Casa Bianca ha criticato Mosca per avergli dato una «piattaforma di propaganda», permettendogli l'incontro. Il portavoce della Casa Bianca, Jay Carney, ha fatto sapere che la telefonata era stata programmata diversi giorni fa e verteva su diversi argomenti, suggerendo che non fosse correlata all'incontro di Snowden con gli attivisti. Snowden, ha detto il portavoce, non è un attivista dei diritti umani o un dissidente: «È accusato di aver diffuso informazioni riservate, pendono su di lui tre accuse penali e dovrebbe essere restituito agli Stati Uniti». Ha anche chiesto a Mosca di «permettere alle organizzazioni per i diritti umani di fare il loro lavoro in tutta la Russia, non solo nell'area transiti di Mosca», dove la talpa è nascosta da quando ha lasciato Hong Kong. Intanto, ieri Snowden ha accettato la condizione di smettere di diffondere informazioni che danneggino gli Usa, imposta da Putin perché l'asilo politico possa essere considerato. Inizialmente l'ex contractor aveva fatto richiesta a Mosca, ma quando era stata posta la condizione aveva ritirato la domanda. Ora non è chiaro se la Russia accoglierebbe la sua nuova richiesta.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

Salvini: "Mi criticano per le divise della polizia? Le porto con onore"

Gracia De Torres e Daniele Sandri
Il Tricolore atterra sui Fori Imperiali: ecco il lancio mozzafiato del paracadutista della Folgore
Sul palco in bermuda, il balletto di Maradona per Maduro