cerca

Dichiarata morta si sveglia in sala operatoria Poi si uccide

NEWYORKUna donna americana ha aperto gli occhi poco prima che i chirurghi potessero prelevarle gli organi per un trapianto. Colleen Burns, questo il nome della quarantenne, era stata portata al St....

NEW YORK Una donna americana ha aperto gli occhi poco prima che i chirurghi potessero prelevarle gli organi per un trapianto. Colleen Burns, questo il nome della quarantenne, era stata portata al St. Joseph's Hospital di Syracuse (Stato di New York) nel 2009 per un’overdose di farmaci e dichiarata morta. La sua famiglia - riporta il «Telegraph» - aveva deciso di spegnere le macchine che la tenevano in vita e di donare i suoi organi. Ma una volta portata in sala operatoria, la donna ha improvvisamente aperto gli occhi con grande sorpresa dei medici e un bello «shock» per la paziente. La signora Burns, madre di tre figli, è stata poi dimessa dall'ospedale una quindicina di giorni dopo l’operazione, ma dopo due anni si è tolta la vita. «Era molto depressa», ha raccontato la madre alla stampa. Solo ora è arrivata la sentenza del tribunale che aveva aperto l’inchiesta, ed è stata data notizia. « L'ospedale è stato infine condannato a pagare 22 mila dollari di sanzione per la cattiva gestione del caso.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

Salvini: "Mi criticano per le divise della polizia? Le porto con onore"

Gracia De Torres e Daniele Sandri
Il Tricolore atterra sui Fori Imperiali: ecco il lancio mozzafiato del paracadutista della Folgore
Sul palco in bermuda, il balletto di Maradona per Maduro