cerca

4-1 all'olimpico

Lazio show stende il Genoa e spicca il volo

Biancocelesti vincenti con la doppietta di Immobile e i gol di Caicedo e Milinkovic-Savic

Poker Lazio. Stende il Genoa e spicca il volo

Finalmente una Lazio bella oltre che vincente. All'Olimpico finisce 4-1 contro il Genoa e sono tutti gol pesanti. Trova la rete un rinato Caicedo, si sblocca Milinkovic-Savic e Immobile firma una doppietta personale. Un altro successo, il quarto di fila tra Serie A ed Europa League, nove i punti in campionato.

Inzaghi ha voluto premiarlo dopo l'assist e il rigore procurato con l'Apollon in Europa League, Caicedo ha ripagato la fiducia del tecnico. Dopo quattro minuti l'ecuadoriano, che affianca in modo inedito Immobile nel 3-5-2 di una Lazio confermata, sblocca la gara da rapace d'area grazie all'intuizione di Milinkovic-Savic a mettere in mezzo di testa. Un gol a testa nel primo tempo per le punte scelte dal mister biancoceleste, poco dopo il 20' è Immobile a raccogliere il passaggio in verticale di Parolo e a siglare il raddoppio.

La Lazio domina e gestisce ma il secondo tempo nasconde un avvio choc. Pronti, via e un errore madornale di Acerbi che regala palla a Piatek al limite dell'area, il talento del Genoa va a segno anche stavolta. Il ruggito biancoceleste, la reazione rabbiosa arriva dall'uomo più atteso, Milinkovic-Savic. Il serbo raccoglie l'assist di Lulic, schiaccia di testa e firma il 3-1. Al 60' scocca il momento di Correa, a sostituire Caicedo che esce tra gli applausi scroscianti dell'Olimpico. L'argentino avrebbe anche l'occasione di firmare la sua prima rete in biancoceleste ma si divora davanti la porta il pallone al bacio di Immobile. Ciro allora decide di fare tutto da solo, infilando in rete il quarto gol e la doppietta personale.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Salvini: "Mi criticano per le divise della polizia? Le porto con onore"

Gracia De Torres e Daniele Sandri
Il Tricolore atterra sui Fori Imperiali: ecco il lancio mozzafiato del paracadutista della Folgore
Sul palco in bermuda, il balletto di Maradona per Maduro