cerca

Medicina dello sport

La Lazio contro gli infortuni: "Tante gare e pochi stop. Ma possiamo migliorare"

La Lazio contro gli infortuni: "Tante gare e pochi stop. Ma possiamo migliorare"

La Lazio porta avanti la guerra contro gli infortuni, questo è l'obiettivo dello staff medico biancoceleste per la stagione che verrà. Circa 24 quelli subiti dai giocatori della rosa nel 2017/18 in 55 partite giocate: “Nelle principali squadre europee sono state riscontrate in media 15 lesioni muscolari l’anno. Alla Lazio nella stagione 2016/2017 ne abbiamo avute 12/13, mentre quest’anno sono state poco più di 20”. Così il dottor Fabio Rodia, coordinatore dello staff medico della Lazio, fotografa dal suo punto di vista l'annata biancoceleste.

“Bisogna considerare l'aumento esponenziale delle gare e un'intensa preparazione già da luglio. Eppure non siamo molto distanti dal top previsto nella letteratura, questo è un incentivo per apportare ancora miglioramenti di qui in avanti”. Affronterà i delicati argomenti della prevenzione e gestione degli infortuni, insieme all'altro medico del club dottor Angelo Ventura, con una relazione sugli infortuni ai muscoli adduttori durante la stagione calcistica, nel XXVII Congresso Isokinetic sul tema “Football Medicine Outcomes: are we winning?”, che si svolgerà dal 2 al 4 giugno al Camp Nou di Barcellona. Sarà l'occasione per lo staff medico biancoceleste di confrontarsi con i colleghi dei top club europei – dal Barcellona al Real Madrid, dal Bayern Monaco al Lione – sulle tecniche e i protocolli più innovativi: “Avrò la possibilità di scambiare opinioni con gli staff medici delle migliori squadre europee, aprendo a una collaborazione e cercando di affinare le tecniche e i modelli che attualmente utilizziamo a Formello”, ha spiegato il dottor Rodia nel corso della conferenza di presentazione del convegno internazionale presso il centro Isokinetic a Roma.

“Un grande momento di riflessione della comunità scientifica mondiale per analizzare le sfide vinte, quelle i cui risultati non sono ancora pienamente soddisfacenti e le tante partite in cui ancora cimentarsi. – ha sottolineato il dottor Gian Maria D’Orsi, direttore di Isokinetic Roma – In trent'anni abbiamo fatto passi avanti importanti, ma ci sono ancora molte domande a cui non abbiamo dato risposta e trend preoccupanti che dobbiamo prevenire”. Il coordinatore dello staff medico ci ha tenuto, in conclusione, a ringraziare l'equipe con la quale lavora da due anni alla Lazio: “Il direttore sanitario il dott. Ivo Pulcini e i suoi collaboratori i medici sociali dott. Antonino Maggio, dott. Massimo Razzano, dott. Angelo Ventura, l'ecografista dott. Claudio Meli e dei colleghi fisioterapisti Gianluca Berini, Valerio Caroli, Vittorio Raieta, l'osteopata Riccardo Contigliani, Giorgio Gasparini , Christian Marsella e Fabrizio Scalzi”.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Gracia De Torres e Daniele Sandri: il nostro matrimonio gipsy bohemian [VIDEO]

Il Tricolore atterra sui Fori Imperiali: ecco il lancio mozzafiato del paracadutista della Folgore
Sul palco in bermuda, il balletto di Maradona per Maduro
Choc a Roma: si lancia dal tetto, i poliziotti lo afferrano per le caviglie

Opinioni