cerca

preso dal panico

Higuain scappa dal coronavirus. Così si rifugia in Argentina

Higuain scappa dal coronavirus. Così si rifugia in Argentina

"Si salvi chi può". Ed ecco che è partita sotto questo slogan la fuga dall'Italia anche di Gonzalo Higuain. L'attaccante della Juventus, preso dal panico, ha pensato bene di lasciare il Belpaese e scappare nella sua Argentina per scongiurare il tanto temuto Covid 19 che di fatto sta ribaltando un paese intero.

Lo sport, il calcio in questo caso, non né è immune, anzi. E dopo il susseguirsi di notizie su contagi di calciatore il Pipita si è fatto due conti e ha preso un jet privato che lo aspettava in pista da Torino Caselle, ovviamente munito di autocertificazione medica che dichiarava come lui non fosse positivo al coronavirus e con tanto di autorizzazione del club bianconero. "Una scelta però che di fatto viola la quarantena che la società aveva imposto a tutti i suoi dipendenti, giocatori compresi, dopo la positività del difensore Daniele Rugani”, racconta oggi Repubblica. "Ecco il test, sono negativo", avrebbe detto Gonzalo ai poliziotti. Per questo gli agenti della Polaria, che da settimane monitorano arrivi e partenze dallo scalo torinese, non hanno potuto far altro che autorizzare il volo“. 

Per approfondire leggi anche: Higuain aveva ragione

L'argentino, negativo al tampone, ha abbandonato l’Italia nonostante l’isolamento obbligatorio ma il club era stato avvisato. Visto che i voli per l’Argentina sono tutti bloccati il Pipita avrebbe organizzato un trasferimento con la famiglia per raggiungere prima la Francia, poi la Spagna e da lì volare verso il Sudamerica. Dopo Cristiano Ronaldo e Pjanic, anche il Pipita è tornato nella sua Buenos Aires lasciando la squadra capolista senza i suoi big. Proprio ieri l'attaccante bianconero aveva lanciato un appello "partecipate a raccolta fondi" dando il suo contributo alla lotta contro il virus con una donazione per la raccolta fondi della Juventus da devolvere agli ospedali di Torino e del Piemonte per far fronte all'emergenza. Poi ha rotto la quarantena e la fuga in Argentina. L'attaccante bianconero aveva pubblicato un videomessaggio: "Partecipate tutti alla raccolta fondi, dai anche tu il tuo contributo, dimostriamo che siamo tutti distanti ma uniti più che mai", il messaggio del Pipita che ha visto le brutte e salutato tutti.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

Salvini: "Mi criticano per le divise della polizia? Le porto con onore"

Gracia De Torres e Daniele Sandri
Il Tricolore atterra sui Fori Imperiali: ecco il lancio mozzafiato del paracadutista della Folgore
Sul palco in bermuda, il balletto di Maradona per Maduro