cerca

Philip Morris con Digital Magics lancia 'BeLeaf: Be The Future'

Philip Morris con Digital Magics lancia 'BeLeaf: Be The Future'

Roma, 30 ott. (Adnkronos) - È partita lunedì la Call for Innovation “BeLeaf: Be The Future” di Philip Morris Italia realizzata in collaborazione con Digital Magics. La Call for Innovation è rivolta a startup e piccole medie imprese (PMI) in grado di portare innovazione nell’ambito dell’Agritech e all’interno della filiera di lavorazione del tabacco, fornendo allo stesso tempo supporto decisionale agli agricoltori di questa filiera per digitalizzare l’intero processo produttivo.

“L’innovazione è al centro della nostra trasformazione aziendale per costruire un futuro senza fumo - ha commentato l’Amministratore Delegato di Philip Morris Italia Marco Hannappel, che ha aggiunto - siamo orgogliosi di supportare questa Call for Innovation con Digital Magics: la filiera tabacchicola rappresenta un asse portante del nostro business che deve continuamente innovarsi per rispondere a livelli sempre più alti di sostenibilità".

La Call for Innovation “BeLeaf Be The Future” si inserisce nel più ampio impegno di Philip Morris International a favore della filiera tabacchicola italiana, recentemente ribadito in un accordo stipulato con Coldiretti e in un verbale d’intesa sottoscritto con il Ministero delle Politiche Agricole e Forestali. Philip Morris International è il principale acquirente di tabacco greggio italiano oltre ad aver investito, a partire dai primi anni 2000, oltre 2 miliardi di euro per la sostenibilità e innovazione dell’intera filiera, garantendo solidità e prevedibilità a oltre 1000 aziende agricole del territorio e a oltre 500.000 addetti.

“Con i suoi programmi di Open Innovation, Digital Magics affianca aziende importanti come Philip Morris nella ricerca di soluzioni innovative, digitali e tecnologiche. Conoscendo ed essendo protagonisti dell'ecosistema delle startup italiane, saremo in grado di selezionare insieme a Philip Morris progetti e startup che potranno rispondere alle esigenze di innovazione per linee esterne, beneficiando a loro volta dell'opportunità di collaborare con Philip Morris a livello nazionale e internazionale”, ha affermato Marco Gay, amministratore delegato di Digital Magics.

Cinque sono le aree di interesse della Call for Innovation di Philip Morris Italia e Digital Magics. C'è quella della Digitalizzazione Agricola – “Smart Tobacco Farming”, Fornire strumenti di supporto decisionale per le pratiche agricole, in particolare per interventi agronomici automatici, controllo da remoto con droni, trattrici connesse in rete e creazione di modelli previsionali e modelli di formazione a distanza; tracciabilità, “Footprint of Tobacco”, Fornire tecnologie per monitorare e tracciare l’origine della materia prima e le sue lavorazioni, in modo da rendere possibile la creazione di informazioni dettagliate che certifichino le fasi di produzione del tabacco, ma soprattutto le pratiche agricole innovative utilizzate da parte dei coltivatori; visione end-to-end della foglia di tabacco, “The Tobacco Journey”, Sviluppare tecnologie volte alla raccolta dati della produzione agricola in tempo reale, in particolare, un sistema che analizzi le componenti chimiche del tabacco e che valuti la qualità dal seme, alla foglia, costantemente, in modo da creare standard qualitativi applicabili a tutti i produttori di tabacco.

Ci sono poi le “Tecnologie di Filiera”, Proporre progetti e prodotti volti a rinnovare tutta la filiera produttiva, che usino tecnologie come AI, blockchain, automazione, sensoristica, data analytics, image recognition, anche se non pensate principalmente per la filiera del tabacco, ma che possano essere adattate per incrementare la qualità del prodotto finale; l'“All-In-One Portal” Proporre una piattaforma in grado di consolidare, integrare e rendere disponibili tutte le informazioni rilevanti per le parti interessate, attraverso un singolo portale. Una sistema di condivisione sicuro, trasparente ed affidabile, a vantaggio di tutti gli attori della filiera e, in ultima istanza, a sostegno del percorso di innovazione.

I partecipanti potranno proporre le proprie soluzioni innovative facendo application nell’apposita sezione “Partecipa” della piattaforma dedicata, attraverso il seguente link: https://openinnovation.digitalmagics.com/it/challenge/BeLeaf-Be-the-Future entro il 24 novembre. Al termine della Call BeLeaf: Be the Future, i progetti più promettenti, selezionati da Philip Morris Italia in collaborazione con Digital Magics, potranno presentare il loro pitch durante la giornata del 14 gennaio 2020 a Bastia Umbria.

Le startup o piccole medie imprese più innovative, dopo una fase di validazione, avranno l’opportunità di entrare in un programma di Co-design, che prevede cinque giornate di lavoro in cui potranno sviluppare, insieme a Philip Morris e Digital Magics, un progetto congiunto, al termine del quale Philip Morris Italia valuterà, insieme a Digital Magics, le soluzioni emerse durante gli incontri, riservandosi la possibilità di creare partnership commerciali e tecnologiche con le società selezionate. 

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

Salvini: "Mi criticano per le divise della polizia? Le porto con onore"

Gracia De Torres e Daniele Sandri
Il Tricolore atterra sui Fori Imperiali: ecco il lancio mozzafiato del paracadutista della Folgore
Sul palco in bermuda, il balletto di Maradona per Maduro