cerca

al sant'alessio

Occhio pigro, c'è lo screening gratuito per i bambini

Appuntamento sabato 23 e sabato 30 marzo

Occhio pigro, c'è lo screening gratuito per i bambini

Sabato 23 e sabato 30 marzo, prenotandosi, sarà possibile per i genitori far effettuare ai bambini uno screening gratuito presso il Centro regionale Sant’Alessio di Roma per prevenire la “sindrome dell’occhio pigro” (o ambliopia) un difetto della vista che che si manifesta in età pediatrica.

Secondo l’ultima relazione annuale al Parlamento del Ministero della Salute, la “sindrome dell’occhio pigro” colpisce il 5% dei bambini ma, se trattata preventivamente, è un problema che può essere risolto. Al contrario, se diagnosticata tardivamente, è maggiore il rischio che possano svilupparsi deficit visivi permanenti. 

Per informare le famiglie su questo tema e ricercare i fattori causa dell’ambliopia, il Centro Regionale Sant’Alessio di Roma - ente pubblico che si occupa anche di riabilitazione visiva - ha aderito alla campagna nazionale "AMGO – A Me Gli Occhi” e organizza due giornate di screening gratuito della vista per bambini dai 12 ai 30 mesi d’età.

Le date in cui è possibile fare il controllo della vista presso la sede romana del Centro, in viale Carlo Tommaso Odescalchi 38 a Tor Marancia, sono: sabato 23 marzo e sabato 30 marzo, dalle ore 9 alle ore 18.

Per partecipare allo screening è necessario scegliere una data e prenotare la visita, telefonando al numero dedicato 06.51.30.18.538 (dal lunedì al venerdì ore 9/15). Oppure si può scrivere a protocollo@santalessio.org 
“Le nostre ortottiste e i nostri oculisti saranno a disposizione delle famiglie non solo per eseguire lo screening gratuito della vista ma anche per fare attività di sensibilizzazione su questa patologia oculare che non va assolutamente trascurata - avverte Antonio Organtini, direttore generare del Centro Regionale Sant’Alessio. La terapia per la correzione dell’ambliopia è tanto più efficace quanto più precocemente inizia; una volta raggiunti i 6-7 anni di età il sistema visivo è sviluppato, con minimi margini di risposta al trattamento occlusivo, che costituisce una soluzione semplice con una maggiore efficacia solo se applicata precocemente - conclude Organtini”.

La Campagna nazionale “Amgo - A me gli occhi!” è promossa dall’Istituto dei Ciechi “F. Cavazza” di Bologna con i partner: UICI - Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti; Centro Regionale Sant’Alessio - Margherita di Savoia per i ciechi; I.ri.for - Istituto per la ricerca, formazione e riabilitazione della disabilità visiva; SMO - Società Mediterranea Ortottica e CBM Italia Onlus.
I dettagli sulla campagna sono disponibili sul sito del progetto AMGO.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

Salvini: "Mi criticano per le divise della polizia? Le porto con onore"

Gracia De Torres e Daniele Sandri
Il Tricolore atterra sui Fori Imperiali: ecco il lancio mozzafiato del paracadutista della Folgore
Sul palco in bermuda, il balletto di Maradona per Maduro