cerca

vacanza sicura

Dall'inci al fattore protezione, così proteggiamo la pelle dal sole

I consigli dell'esperto

Dall'inci al fattore protezione, così proteggiamo la pelle dal sole

La prima definizione accademica ufficiale di pelle sensibile risale al lontano 1977. In appena 40 anni questo fenomeno è dilagato, fino ad arrivare oggi a interessare moltissimi bambini e adulti. Perché accade? Lo spiega Maria Rosa Gaviglio, la dermatologa consulente Cosmétique Active: “questo accade per ragioni facilmente riconducibili al moderno stile di vita: ci si lava con frequenza maggiore, usando detergenti non neutri, si indossano indumenti realizzati con fibre non naturali, lavati a loro volta con detersivi chimici. La spasmodica attenzione all’igiene penalizza la formazione degli anticorpi e la pelle è come se impazzisse per produrli, dando così vita al fenomeno dell’atopia e dell’ipersensibilità”. Tutto ciò che entra in contatto con la nostra pelle, allora, diventa essenziale: dai tessuti ai saponi, dalle creme ai solari, perché se si ha la pelle sensibile e ci si vuole esporre al sole. La pelle sensibile al sole, infatti, ha bisogno di cure particolari e richiede una routine quotidiana attenta e scrupolosa perché solo in condizioni ottimali l’epidermide “avrà la forza” di reagire correttamente al sole.

Per i più piccoli, poi, occhio alla detersione. I bambini vanno lavati fino alla pubertà con prodotti detergenti formulati per la pelle sensibile, neutri, privi di profumazione, per non più di due docce alla settimana. Questo per non mettere a rischio la formazione del film idrolipidico che protegge la superficie della pelle. E, una volta terminata la doccia, la crema idratante è d’obbligo, specifica se si tratta di una pelle atopica.

La pelle sensibile al sole, istruzioni per l’uso
 La pelle sensibile ha la tendenza a disidratarsi molto più facilmente rispetto a una pelle normale. “Più facile è l’insorgenza di eritemi solari e luciti: molto frequente è la Pitiiriasi Alba, ovvero la presenza di aree tondeggianti di cute più chiara sulla superficie del viso e del corpo”, continua la dottoressa Gaviglio. 

Si rischia, quindi, di avere un’abbronzatura poco omogenea. Come porre rimedio? Prestando molta attenzione all’idratazione della pelle: il consiglio dell’esperta è di abbinare un integratore solare in età adulta, da maggio fino a settembre. In presenza di una pelle così delicata è imperativo applicare un filtro protettivo medio-alto ovvero con SPF compreso fra 30 e 50 + e prediligere texture in crema o fluide per favorire un’idratazione regolare anche durante la foto esposizione diretta. Dopo l’esposizione al sole, per chi ha la pelle sensibile è assolutamente indispensabile lenire la pelle con prodotti doposole, dalle proprietà antinfiammatorie. Da evitare invece lo scrub per la pelle più sensibile, per tutti gli altri invece è un prezioso alleato della perfetta abbronzatura. L’ideale è fare un massaggio quotidiano con un guanto di crine o con una spazzola di fibre naturali sotto la doccia.

La tintarella perfetta della pelle sensibile, i 3 consigli dell’esperta
Ecco le 3 regole della dermatologa:

1. Assicuriamoci di mantenere sempre la pelle idratata e in caso di sensibilità della pelle è consigliato assumere un integratore per prepararla alla fotoesposizione e per garantire il raggiungimento di un’abbronzatura a tutto spessore, dorata, omogenea e duratura;

2. Esponiamoci correttamente al sole evitando le ore centrali della giornata

3. Utilizziamo un prodotto solare con SPF 30 o 50, rinnovando l’applicazione del solare dopo ogni tuffo in mare/ogni doccia.

Come prenderci cura della pelle delicata
La Roche Posay è uno specialista della pelle sensibile e atipica, proponendo molti prodotti nella sua linea dedicata Anthelios XL, il fluido SPF 50+ ad esempio è perfetto per proteggere la pelle del corpo con una texture ultra leggera. Per idratare, anche in spiaggia, qualche goccia di Acqua Termale La Roche Posay per lenire con la sua naturale azione anti-ossidante e anti-irritante.

Anche Eau thermale Avène è tra i brand che da sempre si prende cura delle pelli sensibili, anche durante l’esposizione solare. La gamma arancione quest’anno ha arricchito i prodotti con SPF50+ di un nuovo attivo antiossidante, associato al Pre-Tocoferil, chiamato Tialidina. Per il viso è perfetto il fluido colorato SPF50+, pensato per le pelli normali e miste, ricco in Vitamina C e pigmenti riflettenti, la sua texture leggera e fluida dona un incarnato luminoso e uniforme, assicurando un risultato al naturale. Sul corpo il nuovo NEBULIZZATORE SPRAY OLIO SPF30 unisce il nutrimento di un olio alla leggerezza di una nebulizzazione a diffusione uniforme e continua. Per i più piccoli, poi, c’è Réflexe solaire SPF50+ Eau Thermale Avene, la protezione più alta dedicata ai bambini e alle loro pelli sensibili, rinnovata per essere utilizzata anche dai più piccoli di casa, i bebè. Per la pelle atopica, invece, c’è A-DERMA, il marchio che, grazie al suo principio attivo di origine biologica, l’Estratto di Plantule di Avena Rhealba, da sempre si pone l’obiettivo di trattare e preservare l’equilibrio di tutte le pelli fragili, soprattutto di quelle secche a tendenza atopica, che richiedono particolari attenzioni, con lo scopo di rafforzare le loro naturali proprietà di protezione e di limitare le aggressioni che potrebbero subire. A-DERMA PROTECT è la gamma di solari che mira non solo a proteggere, ma a rinforzare e ristrutturare la barriera cutanea delle pelli fragili esposte al sole. Infine, al rientro a casa perfetta la lozione idratante per pelli da normali a secche di CeraVe. Una formula ricca a base di tre ceramidi essenziali che idratano e ripristinano la barriera protettiva della pelle del corpo.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Gracia De Torres e Daniele Sandri: il nostro matrimonio gipsy bohemian [VIDEO]

Il Tricolore atterra sui Fori Imperiali: ecco il lancio mozzafiato del paracadutista della Folgore
Sul palco in bermuda, il balletto di Maradona per Maduro
Choc a Roma: si lancia dal tetto, i poliziotti lo afferrano per le caviglie

Opinioni