cerca

panico da covid-19

Emergenza coronavirus, consiglieri regionali in fuga dalla Pisana: sedute in videoconferenza

Alla Regione Lazio chiedono le sedute in videoconferenza: non vogliono l'assembramento ma l'aula è super spaziosa

Emergenza coronavirus, consiglieri regionali in fuga dalla Pisana: sedute in videoconferenza

Regione

Panico da coronavirus tra i consiglieri della Regione Lazio dove stanno pensando alle sedute in videoconferenza. "Alla Pisana non ci sono più i consiglieri di una volta - ironizza il sito 7Colli in un articolo di Francesco Storace - A differenza del Parlamento dove deputati e senatori vogliono lavorare e votare stando a quanto si dice alla Pisana stanno pensando alle sedute in videoconferenza. Sono cinquanta e non vogliono l'assembramento in un’aula talmente spaziosa in cui i consiglieri entrerebbero anche se ciascuno si mettesse a fianco un cittadino cinese". Oggi devono decidere ma da parte della maggioranza chiedono di lavorare da casa. "Medici e autoferrotranvieri, ad esempio, sì. Consiglieri regionali no. Commesse e infermieri in trincea, presidenti di commissione no. Lo stipendio non si tocca, però". Per questo la "fuga" da via della Pisana sarebbe un pessimo esempio. Per questo Fratelli d'Italia dice no alla fuga e ha posto la questione. "Perché la maggioranza vuole autorizzare le videoconferenze anche se il regolamento non lo consente. E per modificarlo devi farlo con un voto dell'aula a maggioranza assoluta" scrive ancora 7Colli.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

Salvini: "Mi criticano per le divise della polizia? Le porto con onore"

Gracia De Torres e Daniele Sandri
Il Tricolore atterra sui Fori Imperiali: ecco il lancio mozzafiato del paracadutista della Folgore
Sul palco in bermuda, il balletto di Maradona per Maduro