cerca

i poliziotti uccisi

Il paradosso dell'africano graziano nel giorno dei funerali di Trieste

Il paradosso dell'africano graziano nel giorno dei funerali di Trieste

Ammettiamolo: talvolta la cronaca ci evidenzia alcuni, chiamiamoli, paradossi. Pensate: il giorno dei funerali dei due poliziotti uccisi nella Questura di Trieste, a Foggia un giudice avrebbe risparmiato il carcere a un giovane del Gambia che ha rotto un braccio a un agente di Polizia. Per carità, il Magistrato avrà certamente le sue ragioni, ma ammetterà anche lui che la coincidenza è perlomeno singolare.

Consola la gran folla che si è data appuntamento, a Trieste, per rendere omaggio ai due poliziotti uccisi. La cronaca ci ha abituato, da anni, a queste contraddizioni che, se ci pensiamo bene, fanno parte del nostro quotidiano, della vita di tutti i giorni.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

Salvini: "Mi criticano per le divise della polizia? Le porto con onore"

Gracia De Torres e Daniele Sandri
Il Tricolore atterra sui Fori Imperiali: ecco il lancio mozzafiato del paracadutista della Folgore
Sul palco in bermuda, il balletto di Maradona per Maduro