cerca

BIRROFORUM, BEREROSA, MARE DiVINO

A Roma una settimana di alta cucina, birra e grandi vini

A Roma una settimana di alta cucina, birra e vini "stellari"

Una settimana piena di appuntamenti a Roma per chi ama la buona tavola e il buon bere. Si inizia stasera con l’inaugurazione di «Stazione di posta», dell’imprenditore Pino Cau, in largo Dino Frisullo 1, che si trasforma e diventa un bistrot gourmand. Per l’estate 2018 il locale si propone in veste «summer edition» con un salotto sotto le stelle (chiamato fuoristazione) ove deliziarsi con piccoli piatti, un bar mixology e una carta articolata tra proposte veloci e golose (da bistrot, appunto) e piatti più sofisticati. Aperto dalle 18 alle due di notte, l’ingresso sarà sempre gratuito per coloro che verranno al ristorante pur essendo ubicato all’interno dell’area del gay village che prevede un biglietto dal giovedì al sabato: chi prenota troverà il suo nome in lista per l’ingresso gratuito e chi arriva all’ultimo momento avrà il biglietto rimborsato. In tutti gli altri giorni l’ingresso è libero.
Da Testaccio ci spostiamo nella pineta davanti alla Farnesina, a lungotevere Maresciallo Diaz, dove, da giovedì 28 giugno a domenica 1 luglio, si svolgerà Birròforum 2018, quattro giornate di gusto e divertimento, con birra artigianale, cibo da strada, laboratori didattici, musica e giochi di tutti i tipi, anche per gli amici a quattro zampe. Protagonisti assoluti saranno i birrifici artigianali selezionati per l’evento, provenienti da Nord a Sud d’Italia, insieme ad alcune «perle» birrarie estere scelte da attivissime e appassionate realtà del mondo della distribuzione. Sul versante street food prosegue anche per questa edizione il «gemellaggio» con Fritto Misto, la più grande manifestazione italiana dedicata alla frittura che si svolge ogni anno nel centro storico di Ascoli Piceno. E la carta del cibo si fa ancora più ricca e golosa: oltre ai tanti e fragranti fritti provenienti dalla storia gastronomica regionale tricolore, sarà infatti possibile assaporare gustose ricette di pasta e succulenti carni della tradizione. Apertura dalle 19 alle 2; Biglietto di ingresso €8 comprensivo di bicchiere da degustazione, sacchetta portabicchiere e partecipazione gratuita agli eventi. Per la birra 1 gettone = 1 euro. Info su www.birroforum.it
Il 29 giugno appuntamento invece al mare, al Marine Village nel comprensorio del Villaggio Tognazzi, che divide Ostia da Torvaianica, per la seconda edizione, dalle 17 a mezzanotte, di «Un Mare diVino». Protagoniste alcune delle migliori aziende vinicole del Lazio, che avranno la possibilità di far conoscere il meglio della propria produzione: Poggio Le Volpi, Federici, Consoli, Casata Mergè, Volpetti, Silvestri, Terre di Marfisa, Paolo e Noemia D’Amico, SanVitis e La Tognazza di Gianmarco Tognazzi, che qui è di casa. «Un Mare diVino nasce lo scorso anno dall’iniziativa di due vecchi amici - spiega Fabio Carnevali, editore di MangiaeBevi e organizzatore dell’evento – Mi sono incontrato con il mio amico Marco Sansalone appena assunta la direzione artistica del Marine Village, con il comune intento di dare lustro ai vini della nostra regione in una location fantastica come questa, con la splendida terrazza sul mare». Alle 19 e alle 19,30 ci saranno anche due showcooking con due grandi chef: Gianfranco Pascucci, del ristorante stellato di Fiumicino Pascucci al Porticciolo - che presenterà i paccheri con lo stracotto di tonno - mentre Alba Estevez Ruiz del romano Marzapane, proporrà le linguine con fondo bruno, cipollotto e chips di maiale. Biglietto di ingresso 15 euro che consentirà degustazioni libere dei vini ai banchi d’assaggio e la milonga pomeridiana con il TJ Luca Calvarese (inizio alle 18).
Infine il 3 luglio Roma si tinge di rosa con le migliori etichette d’Italia. Torna infatti «Bererosa», il grande festival capitolino dedicato ai rosati italiani che per il settimo anno consecutivo porta a Palazzo Brancaccio produzioni top e nuove proposte. Dall’Alto Adige alla Puglia, passando per Lombardia, Abruzzo e Calabria, saranno oltre 60 le aziende e centinaia i vini, sia fermi che bollicine, da degustare anche in abbinamento allo street food. Obiettivo dell’evento targato Cucina & Vini è promuovere i territori e le declinazioni di questa variegata categoria, che negli ultimi anni impazza tra i wine lover e spopola nelle enoteche, registrando una richiesta crescente anche in vista dell’estate.
«I dati forniti dall’osservatorio francese sul mercato dei rosati, gestito da Civp e France Agrimer - spiega Francesco D’Agostino, direttore responsabile di Cucina & Vini - confermano un aumento di consumo a livello mondiale, che tra il 2002 e il 2016 si è tradotto in 24 milioni di ettolitri, quindi oltre 10,6% dei consumi mondiali di vini fermi. La stessa società IWSC - International Wine & Spirit Competition ha previsto tra il 2016 e il 2021 un’ulteriore crescita del 7% del mercato dei vini rosé. Ciò significa che siamo di fronte ad una fase di continua espansione che però non trova ancora piena corrispondenza in Italia, malgrado quello dei rosati sia ormai un settore alla ribalta». Non mancheranno, inoltre, gli oli dell’Ercole Olivario, il prestigioso concorso nazionale dedicato alle eccellenze olivicole italiane che partecipa per il secondo anno consecutivo.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Gracia De Torres e Daniele Sandri: il nostro matrimonio gipsy bohemian [VIDEO]

Il Tricolore atterra sui Fori Imperiali: ecco il lancio mozzafiato del paracadutista della Folgore
Sul palco in bermuda, il balletto di Maradona per Maduro
Choc a Roma: si lancia dal tetto, i poliziotti lo afferrano per le caviglie

Opinioni