cerca

Dio è potente con le parole dei bambini


Se guardo il cielo
nato dalle tue dita, la luna
e le stelle che hai fissato,
che cosa è l'uomo perché te ne ricordi,
cos'è il figlio di un uomo perchè te ne curi?
Eppure lo diminuisti di poco dagli angeli,
di gloria, d'onore lo hai incoronato:
potere gli hai dato sulle opere delle tue mani,
tutto hai lasciato ai suoi piedi;
tutte le greggi e i branchi, le bestie
delle campagne, gli uccelli
del cielo, i pesci e tutti quelli
che corrono per le vie del mare.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

Salvini: "Mi criticano per le divise della polizia? Le porto con onore"

Gracia De Torres e Daniele Sandri
Il Tricolore atterra sui Fori Imperiali: ecco il lancio mozzafiato del paracadutista della Folgore
Sul palco in bermuda, il balletto di Maradona per Maduro