cerca

Il tempo e lo spazio morirono ieri. Marinetti vince la sfida del secolo

Che ricominciassero nell'anno del centenario, paradossalmente simili a quelle del 1909, forse no, questo non poteva prevederlo. Chi lo giudica "carta straccia", chi "una forma di oscurantismo", chi semplicemente "invecchiato", come se un movimento d'avanguardia fosse obbligato all'eternità.


Non è invecchiato, invece. E lo dice la finta rissa inscenata a Milano sotto la galleria che fu teatro delle prime manifestazioni, interrotta - due giorni fa - da vigili veri, lo dice il riaccendersi del vecchio binomio futurismo-fascismo, contro il quale si è combattuto e si è vinto già da vent'anni.


Lo dice la polemica suscitata dalla mostra di Parigi, che tornava a chiedersi se fossero arrivati prima i futuristi o i cubisti, Italia o Francia. "Questo v'indigna? Mi fischiate?…". Marinetti aveva previsto tutto. "Il tempo e lo spazio morirono ieri". Altro che invecchiare…
 

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

Salvini: "Mi criticano per le divise della polizia? Le porto con onore"

Gracia De Torres e Daniele Sandri
Il Tricolore atterra sui Fori Imperiali: ecco il lancio mozzafiato del paracadutista della Folgore
Sul palco in bermuda, il balletto di Maradona per Maduro