cerca

Sanremo, Mina apre il 59° Festival targato Bonolis

Sanremo, Mina apre il 59° Festival targato Bonolis

Fabrizio Del Noce e Paolo Bonolis

Sarà Mina, l'icona della musica italiana, ad aprire con un tributo-filmato, il 59esimo Festival di Sanremo in programma dal 17 al 21 febbraio prossimi. Ad annunciarlo il direttore artistico e presentatore di questa edizione, Paolo Bonolis, nel corso della conferenza stampa di presentazione. «Siamo riusciti la prima sera ad avere il grande onore di avere Mina ad aprire il Festival. È un segnale forte che la musica italiana vuole dare a questo palcoscenico e si tratterrà - ha spiegato Bonolis - di un intervento in video della più grande artista vivente nel campo della musica e del pensiero. Mina ha deciso di aiutare questo Festival con la sua voce e con un progetto artistico a cui sta lavorando per celebrare la musica italiana».

GLI OSPITI Ospiti d’eccezione sul palco dell’Ariston. Da Giorgio Panariello ad Annie Lennox, Gim Carrey, alcune conigliette di Play Boy accompagnate dal fondatore della rivista Hugh Hefner e Maria de Filippi, per la serata finale. «Con Maria ho un ottimo rapporto - ha detto Bonolis - e spero di potere contraccambiare con qualche partecipazione anche da lei, perchè le barriere sono solo commerciali mentre stringere alleanze, può dare un pò più di serenità a tutti quanti». Dello stesso avviso è anche Del Noce che ha spiegato come già sei anni fa “al mio primo Festival volevo Maria De Filippi come ospite ma allora fu Mediaset a non darle in via libera. L'anno scorso, avuto il via libera di Mediaset, c'erano state delle perplessità da parte della direzione generale della Rai. Quest'anno, fortunatamente, non c'è stato nessun blocco nè da una parte nè dall'altra». La partecipazione di Maria De Filippi al Festival, secondo Del Noce «è un ottimo segnale perchè dà la conferma di come il Festival sia un patrimonio nazionale dello spettacolo, al di là di quelli che sono i due grandi competitor. Maria inoltre ci fa sempre soffrire ovunque vada e chapeau alla sua bravura”. "Sarà un Festival diverso dagli altri anni – ha concluso il direttore di Rai Uno - l'anno scorso abbiamo registrato un forte calo degli ascolti, ci auguriamo che questo sia il festival del rilancio”.

SUL PALCO All'Ariston Paolo Bonolis sarà affiancato da una partner fissa e da cinque uomini che invece si alterneranno di sera in sera: lo ha annunciato lo stesso direttore artistico e conduttore del festival, rivelando che la donna in questione è Chiara Baschetti, mentre tra i personaggi maschili ci sarà David Gandi, il bel modello di Dolce&Gabbana. “Ha 21 anni, viaggia molto, si occupa di moda, è molto, molto raffinata”, ha anticipato Bonolis per i più curiosi. Doveva essere protagonista a Sanremo già nel 2005 con Bonolis, almeno a detta di Fiorello, che all'epoca si inventò una specie di tormentone radiofonico sul nome della valletta del presentatore. Ma poi la riminese Chiara Baschetti, all'epoca neanche maggiorenne (oggi ha 21 anni e ne compirà 22 a fine marzo), non rientrò nella scelta e il suo nome venne accantonato. Ora la modella di Santarcangelo di Romagna (Rimini), figlia dell'ex presidente del Consiglio comunale, avrà la sua seconda chance, quella vera. Evidentemente Bonolis non si era dimenticato della sua presenza e dell'indubbia spigliatezza, che l'hanno fatta paragonare più volte ad una giovane Cindy Crawford.  Chiara, che vive tra Milano, Parigi, Madrid e New York, a casa sua è già una superstar da quando “Verissimo” le dedicò un servizio inserendola tra la nuove star: un metro e 82 di fresca semplicità, che l'aveva già portata a sfilare per grandi stilisti (La Perla, Armani, Fendi, Gaultier), dopo un passato di pallavolista nella squadra femminile della sua città. La sua vita cambiò dopo essersi aggiudicata come concorrente italiana la finale del concorso 'Elite Model Look'.

IL FESTIVAL Dunque personalità, sperimentazione e innovazione come linee guida del Festival che prevede cinque serate all'insegna della musica e dell'intrattenimento: dal 17 al 21 febbraio, in diretta su RaiUno in Eurovisione. Sedici gli artisti in gara e dieci le proposte, oltre che un'innovativa competizione on line tra giovani emergenti. Per quanto riguarda la gara, torna l'eliminazione nella categoria artisti. Nel corso della terza serata verranno riascoltati i sei brani degli artisti non ammessi dalla giuria demoscopica nelle due serate precedenti. Una metodologia che consente, da una parte di conoscere meglio le canzoni e dall'altra di raccogliere il giudizio di piu' giurie sui brani in gara con il sistema del televoto, le due canzoni piu' votate saranno riammesse in gara. Paolo Bonolis, inoltre, rompe con la tradizione e sceglie per il suo Sanremo non la classica coppia di vallette ma un ospite d'onore femminile a sera. Il cast scelto dal Bonolis prevede ogni sera, inoltre, un uomo e una donna in sostituzione dell'abbinamento bionda-mora, un ospite comico e "il compagno di vita" Luca Laurenti. Cade, poi, il tabu' della canzone inedita, i brani della categoria proposte 2009 saranno anticipati su Rai Radio2 in versione radio-edit una settimana prima dell'inizio del Festival. Un forte segnale innovatore che permettera' al pubblico di conoscere in anteprima le canzoni e giudicare al meglio gli artisti in gara. Altra grande novita', un progetto artistico innovativo che dara' ai dieci artisti in gara nella categoria proposte 2009 l'opportunita' di esibirsi, nel corso della terza serata, insieme a grandi protagonisti della musica italiana e internazionale.
 

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

Salvini: "Mi criticano per le divise della polizia? Le porto con onore"

Gracia De Torres e Daniele Sandri
Il Tricolore atterra sui Fori Imperiali: ecco il lancio mozzafiato del paracadutista della Folgore
Sul palco in bermuda, il balletto di Maradona per Maduro