cerca

«Una storia tutta al maschile per mostrare quanto è triste il mondo senza le donne»

«Quando abbiamo iniziato a scrivere la sceneggiatura con Salvatores e Antonio Manzini - ha spiegato Ammaniti - abbiamo subito capito che dovevamo sacrificare molti personaggi presenti nel libro per concentrarci sul rapporto padre-figlio». Un film tragico nel quale è assente la figura femminile, «anche perché quello che si mostra è un mondo triste - sottoline lo scrittore - dove c'è solo l'amore degli "ultimi", di questi uomini, che si difendono l'un l'altro. Ho indagato su cosa succede prima di un evento drammatico».
A. A.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

Salvini: "Mi criticano per le divise della polizia? Le porto con onore"

Gracia De Torres e Daniele Sandri
Il Tricolore atterra sui Fori Imperiali: ecco il lancio mozzafiato del paracadutista della Folgore
Sul palco in bermuda, il balletto di Maradona per Maduro