cerca

emergenza

Picco influenza tra i bambini. Pronto soccorso nei guai

Odissea di una quarantenne, gira 23 ospedali prima di poter abortire

Un corridoio d'ospedale

In tempo di allarme Coronavirus i pronto soccorso italiani fanno i conti con i casi (reali) di influenza e bronchiolite. «Siamo in pieno picco di casi di influenza e abbiamo ancora moltissimi pazienti con bronchioliti. Risultato? Nel fine settimana abbiamo avuto 220 accessi al pronto soccorso, e di certo non tutti i piccoli pazienti richiedevano una visita urgente». Ad affermarlo all’AdnKronos Salute è Antonino Reale, responsabile di Pediatria dell’emergenza dell’ospedale Bambino Gesù di Roma, che già a gennaio aveva segnalato un boom di casi di bronchiolite. 

«La situazione per la bronchiolite non è ancora rientrata - dice Reale - e se il colpevole è spesso il virus respiratorio sinciziale, continuiamo però a trovare coinfezioni con i virus influenzali. Ad affollare il pronto soccorso sono adesso i casi di influenza, e questo anche se - sottolinea il medico - la stragrande maggioranza dei bimbi non dovrebbe essere portata in ospedale. Anche perché noi diamo priorità ai codici rossi e a quelli arancioni, e tutti gli altri bambini nelle lunghe attese rischiano di contrarre altri patogeni».

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

Salvini: "Mi criticano per le divise della polizia? Le porto con onore"

Gracia De Torres e Daniele Sandri
Il Tricolore atterra sui Fori Imperiali: ecco il lancio mozzafiato del paracadutista della Folgore
Sul palco in bermuda, il balletto di Maradona per Maduro