Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

"No" alla violenza negli asili. Pioggia di adesioni alla petizione

Da Cristiana Capotondi a Santo Versace e Rita Dalla Chiesa: tanti i vip che hanno già firmato. Basta mandare una mail a [email protected]

Davide Di Santo
  • a
  • a
  • a

Stop agli asili dell'orrore. Al nostro appello, che porta la firma dell'ex ministro Nunzia De Girolamo, stanno già rispondendo in molti. Perché, come noi, in tanti, tantissimi, vogliono che le forze politiche spingano perché venga calendarizzato al Senato il provvedimento che salvaguarda l'infanzia attraverso l'obbligo di installare telecamere negli asili (ma anche nelle case di riposo a tutela degli anziani). STOP ASILI DELL'ORRORE Clicca qui per sapere come aderire alla campagna Troppi i casi di violenze terribili sui piccoli e sulle persone indifese venuti alla luce solo dopo le denunce di genitori e parenti delle vittime di pestaggi assurdi, eppure silenziosi. Fino a quan do quelle immagini (delle telecamere installate senza che i carnefici ne fossero a conoscenza) ti arrivano come un pugno allo stomaco. E ti fanno chiedere a gran voce che quelle telecamere diventino un obbligo. Per legge. Perché non vogliamo vedere più bambini strattonati, lanciati sul pavimento, schiaffeggiati, puniti senza un motivo. Che poi, nessun motivo può valere la violenza su nessuno, né tantomeno su chi non può e non sa difendersi. Ecco, il nostro giornale si è fatto portavoce di questa richiesta, attraverso una raccolta di adesioni e firme alla mail [email protected] Tra i vip che hanno già aderito ci sono: Rita Dalla Chiesa, Cristiana Capotondi, Santo Versace, Michaela Biancofiore, Elio Massimo Palmizio, Cecilia Primerano, Ignazio La Russa, Carlo Fidanza, Antonio Razzi, Adriana Poli Bortone, Lorenzo Fontana.

Dai blog