cerca

Serie A

La Lazio si ferma a San Siro
Milan avanti con un gol irregolare

Cutrone segna con il braccio ma l'arbitro non se ne accorge. Dopo il pari di Marusic la rete decisiva di Bonaventura

Non basta Marusic. La Lazio si ferma a San Siro

Passa il Milan a San Siro, si ferma la Lazio. Clamoroso il gol di gomito convalidato a Cutrone nel primo tempo; per i biancocelesti la rete di Marusic. Poi Bonaventura per il 2-1 che decide la partita. Per la banda Inzaghi il terzo posto è comunque confermato. Mercoledì sera, sempre al Meazza con i rossoneri, è in programma la semifinale d’andata di Coppa Italia.

PRIMO TEMPO - Fuori Nani e Felipe Anderson, gioca Caicedo. A sorpresa mister Inzaghi lascia fuori i due fantasisti, dentro l’attaccante ecuadoriano al posto di Immobile. In difesa confermato Bastos, ancora panchina per Caceres. Nel Milan invece Gattuso esclude dall’inizio Kalinic, nel reparto offensivo Calhanoglu e Suso alle spalle del baby Cutrone. Gara equilibrata nei primi minuti di gioco, i rossoneri provano a fare la partita, ma la Lazio riesce a difendersi bene e a ripartire con decisione. Calhanoglu ci prova dalla distanza con un destro potente e preciso, Strakosha si tuffa e devia in calcio d’angolo al decimo minuto. I rossoneri passano in vantaggio con Cutrone, l’impatto con il pallone però avviene con il braccio destro e non con la testa. Irrati non se ne accorge e convalida il gol. I biancocelesti non restano a guardare, passano pochi secondi e Luis Alberto serve Marusic in area di rigore: sterzata, sinistro a rientrare e Donnarumma battuto. Il match si gioca a ritmi altissimi, la Lazio colpisce una traversa con Luis Alberto dai 25 metri. Il Milan però raddoppia, cross di Calabria e stacco aereo di Bonaventura. Errore di posizionamento di Bastos e 2-1 per i padroni di casa. Allo scadere giallo per Milinkovic Savic, diffidato salterà la sfida con il Genoa in programma lunedì 5 febbraio. 

SECONDO TEMPO - Nella ripresa Inzaghi toglie Leiva, dentro Felipe Anderson. In regia scala Parolo, Milinkovic si muove a ridosso di Caicedo. La Lazio prova a prendere campo, alla ricerca del pareggio. Il Milan fa paura con Suso e Calhanoglu sulle corsie esterne, Cutrone mette pressione a De Vrij e Bastos. Il giallo intanto se lo becca pure Lulic, anche lui diffidato, non ci sarà contro il Genoa. I biancocelesti sfiorano il pareggio con Milinkovic Savic, murato a botta sicura da Romagnoli. Il serbo non si arrende e al 23esimo con un colpo di testa costringe Donnarumma al miracolo. Gattuso richiama Cutrone, al suo posto il portoghese Andre Silva. Fuori pure Antonelli per Abate. Inzaghi deve togliere De Vrij per un fastidioso affaticamento muscolare, in campo Luiz Felipe. La grande chance capita a Lulic: palla tesa e forte di Felipe Anderson, il pallone sbatte sul bosniaco che non riesce a depositare la sfera in rete.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

Commenti

  • giancarlo

    riva

    22:10, 28 Gennaio 2018

    La VAR smaschera la malafede, prima soltanto sospettata, di un sistema antisportivo legato ad interessi multipli, anche politici, ma ora provata dalle immagini chiare ed inequivocabili dei fattacci di Lazio-Torino e Milan-Lazio

    Rispondi

    Report

.tv

Gracia De Torres e Daniele Sandri: il nostro matrimonio gipsy bohemian [VIDEO]

Il Tricolore atterra sui Fori Imperiali: ecco il lancio mozzafiato del paracadutista della Folgore
Sul palco in bermuda, il balletto di Maradona per Maduro
Choc a Roma: si lancia dal tetto, i poliziotti lo afferrano per le caviglie

Opinioni