cerca

LUTTO NEL GIORNALISMO ROMANO

Addio a Massimo Ruggeri, il "signore in giallorosso" cresciuto a Il Tempo

Si è spento a 69 anni il conduttore della storica trasmissione tv. Aveva collaborato per il giornale

Addio a Massimo Ruggeri, il "signore in giallorosso" cresciuto a Il Tempo

Massimo Ruggeri

Un lutto improvviso nel giornalismo sportivo romano. Si è spento nella notte, per un infarto, Massimo Ruggeri, 69 anni, conduttore della storica trasmissione televisiva "La Signora in giallorosso". Nel suo salotto tv, in trent'anni di attività ininterrotti, Ruggeri ha ospitato centinaia di personaggi dello sport, del giornalismo e dello spettacolo. E stamattina in tantissimi lo ricordano con un messaggio sui social, compreso un tweet dell'As Roma, la sua grande passione insieme al bridge e al giornalismo.

Massimo ha iniziato la brillante carriera collaborando con Il Tempo. Ha seguito la Roma insieme a Gianfranco Giubilo e ha curato una rubrica sul bridge. Poi la sua casa è diventata La Signora in Giallorosso, ideata da lui e trasmessa su varie emittenti locali. Una trasmissione divenuta via via sempre più popolare e che gli ha permesso di raccontare e commentare, sempre con eleganza e ironia, un trentennio di vicende romaniste. Dall'epoca di Viola a quella di Sensi, dallo scudetto del 2001 fino all'era americana. Ha lavorato fino all'ultimo giorno, giovedì 5 marzo ha condotto l'ultima puntata della "Signora", poi interrotta per l'emergenza coronavirus.

Alla moglie Caterina, i figli Anna Giulia e Umberto e il fratello Roberto vanno le sentite condoglianze di tutta la redazione de Il Tempo. E gli abbracci virtuali di migliaia di affezionati telespettatori, che perdono un riferimento storico.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

Salvini: "Mi criticano per le divise della polizia? Le porto con onore"

Gracia De Torres e Daniele Sandri
Il Tricolore atterra sui Fori Imperiali: ecco il lancio mozzafiato del paracadutista della Folgore
Sul palco in bermuda, il balletto di Maradona per Maduro