cerca

le indagini

Bufera sugli ultrà della Lazio: 9 tifosi denunciati per lo striscione fascista

"Onore a Mussolini", ultrà della Lazio infiammano il 25 aprile

Sale il numero dei tifosi della Lazio e dell'Inter identificati dopo aver partecipato alla manifestazione fascista in corso Buenes Aires, a pochi passi da piazzale Loreto. Per ora sono 9 gli ultrà della Lazio denunciati - di cui un interista per porto abusivo di manganello - e 29 quelli identificati ma sono decine i tifosi che hanno partecipato al blitz, organizzato a pochi passi da piazzale Loreto alla vigilia del 25 aprile. I supporter della Lazio hanno esposto uno striscione inneggiante a Benito Mussolini e hanno gridato più volte il 'presente' facendo il saluto romano. Gesti che la Procura di Milano e gli uomini della Digos hanno inquadrato come apologia del fascismo. Le indagini, coordinate da Alberto Nobili, a capo del pool antiterrorismo milanese e dal procuratore Francesco Greco sono destinate a allargarsi ancora e terrà conto terrà conto anche di altri episodi accaduti di recente a Milano, tra cui gli scontri della notte del 26 dicembre fuori dallo stadio di San Siro. La guerriglia tra le tifoserie di Inter e Napoli era costata la vita al supporter del Varese Daniele 'Dede' Belardinelli, travolto da una o più auto e morto nel corso della notte in ospedale. Al vaglio degli inquirenti, infatti, da quanto si è saputo

Gli inquirenti, infatti, stanno valutando anche l'ipotesi di associazione per delinquere per indagare a fondo sulle 'bande' di ultrà e sui legami delle curve con la politica. Nel frattempo sono stati portati in Questura per essere identificati 28 tifosi, la maggior parte dei quali molto giovani. Nei video che gli uomini della Digos stanno analizzando comparirebbe anche Claudio Corbolotti, 53 anni, già arrestato nel 2004 per degli scontri fuori dall'Olimpico e con un passato anche nella segreteria dell'allora sindaco di Roma Gianni Alemanno. Sarebbe lui l'uomo che di fronte allo striscione con su scritto 'Onore a Benito Mussolini' ha chiamato il "presente". Lui e altri sette tifosi laziali per "manifestazione fascista", mentre un ultrà interista è stato denunciato per il possesso di un manganello telescopico. Alle indagini hanno contribuito anceh alcuni passanti, che hanno fornito agli investigatori dettagli utili a ricostruire l'accaduto, inclusi i numeri di targa delle auto utilizzate dai laziali per allontanarsi.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

Salvini: "Mi criticano per le divise della polizia? Le porto con onore"

Gracia De Torres e Daniele Sandri
Il Tricolore atterra sui Fori Imperiali: ecco il lancio mozzafiato del paracadutista della Folgore
Sul palco in bermuda, il balletto di Maradona per Maduro