cerca

in trasferta

Bernardeschi piega il Cagliari e tiene la Juve a 1 punto dal Napoli

I bianconeri la spuntano solo a un quarto d'ora dalla fine

Bernardeschi piega il Cagliari e tiene la Juve a 1 punto dal Napoli

Bernardeschi ha salvato nel finale una Juve in chiara difficoltà a Cagliari, ma partita con un finale arroventato per un mani dello stesso Bernardeschi che ha fatto gridare al rigore. Se ne parlerà perché ci sono stati diversi episodi contestati. Insomma, partita al veleno e bianconeri aiutati dalla sorte nel finale, ma non in precedenza. Due pali a uno a favore della Juventus nel primo tempo.

La squadra di Allegri, dopo circa venti minuti di superiorità (due legni di Dybala e Bernardeschi), ha ceduto un pò l’iniziativa al Cagliari ed a Pavoletti: Szczesny ha dovuto salvare parecchie situazioni difficili e un palo ha evitato il vantaggio rossoblù su tiro di Farias. All’inizio della ripresa Dybala è uscito per infortunio, poi si è fatto male anche Khedira per l’acciaccata (e stanca) Juve due colpi durissimi. Il gol di Bernardeschi ha "regalato" alla squadra di Allegri (che sofferenza per lui!) una vittoria pesante per la classifica. La Juventus ha continuato a vincere confermando a Cagliari di poter tener testa al Napoli nella lotta per il primato. Questo è un momento favorevole per la squadra di Allegri, in grado di vincere contro un avversario reduce da un successo sul campo dell’Atalanta che aveva fatto capire come per la Juve non sarebbe stata una passeggiata. E non lo è stata, anzi…Certo, mentre la posizione di classifica degli isolani è così così, la squadra campione ha compiuto un passo importante nella corsa col Napoli. Ogni tanto la squadra di Allegri accusa qualche pausa, ma stavolta ha vinto pur non mostrando una netta superiorità. Tutt’altro. I sardi hanno molto da recriminare. Diego Lopez, privo di Joao Pedro e Miangue, squalificati, aveva schierato Pisacane in difesa e Barella in mezzo al campo. Allegri, rispetto alla partita di campionato contro il Verona aveva inserito Barzagli terzino, Pjanic alla regia e Bernardeschi in attacco.

È stata una partita complicata per la Juventus che per una ventina di minuti ha messo sotto il Cagliari, colpendo due volte i legni con Dybala (punizione che al 9’ ha baciato la traversa) e con Bernardeschi (sciabolata di sinistro che al 17’ ha fatto tremare il palo alla destra di Rafael). C’è stato pure un gol di Benatia (in offside) annullato al 21’. Ecco, dopo queste iniziative che avevano dato l’impressione di un dominio incontrastato della squadra di Allegri, il Cagliari ha cominciato a proporsi in avanti, mettendo in difficoltà la Juventus. I protagonisti sono stati Pavoletti e Szczesny che hanno cominciato un duello in cui i colpi di testa dell’attaccante rossoblù hanno messo a dura prova la bravura del portiere juventino. Prima Pavoletti ha messo di poco alto su traversone di Faragò da destra. Poi il portiere polacco ha dovuto salvare in due tempi, sempre di testa, sul colpo di testa dell’attaccante. Infine in chiusura di primo tempo Pavoletti ha messo in moto Farias sulla destra: il tiro dell’attaccante sardo è stato deviato da Szczesny sul palo alla sua sinistra. Insomma, la Juventus, dopo l’inizio abbastanza autorevole ha avuto una flessione e il Cagliari si è reso pericoloso. Matuidi ha trovato in Romagna un controllore molto agguerrito; Higuain non ha visto molti palloni e la Juve sugli esterni si è resa pericolosa solo con qualche iniziativa di Bernardeschi. Nel primo tempo si è visto insomma un buon Cagliari che ha talvolta messo in difficoltà la squadra di Allegri.

Anche nella ripresa Pavoletti si è reso pericoloso. Al 4’ Dybala è uscito per un problema muscolare alla coscia destra. È stato Douglas Costa a sostituirlo, andando a destra mentre Bernardeschi è finito dalla parte opposta. Costa ha subito messo una palla all’incrocio sulla destra di Rafael, ma di poco alta. Un infortunio alla testa ha costretto Khedira a uscire, sostituito da Mandzukic. Pjanic ha tirato fuori dal limite, mancando un’occasione d’oro. Chiellini di testa ha sfiorato la traversa, infortunandosi al capo nello scontro con Pisacane. Ha continuato a giocare inturbantato. Lopez ha fatto entrare Sau al posto di Ionita, per portare l’assalto finale. Douglas Costa in contropiede ha messo fuori una palla con Rafael fuori porta. Ma al 29’, la Juve è passata: Douglas Costa da destra basso e Bernardeschi ha insaccato. Molto arrabbiati i sardi perché nella precedente azione Benati aveva colpito col braccio aperto Pavoletti. Un mani (braccio sinistro) di Bernardeschi in area ha scatenato le proteste rossoblù, dopo che la VAR ha negato il rigore. In due parole: il Cagliari non ha meritato di perdere, ad esser sinceri. Ma gli scudetti si vincono anche così.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Gracia De Torres e Daniele Sandri: il nostro matrimonio gipsy bohemian [VIDEO]

Il Tricolore atterra sui Fori Imperiali: ecco il lancio mozzafiato del paracadutista della Folgore
Sul palco in bermuda, il balletto di Maradona per Maduro
Choc a Roma: si lancia dal tetto, i poliziotti lo afferrano per le caviglie

Opinioni