cerca

REGIONE LAZIO

Pronti i soldi per le sale cinematografiche

Via libera al bando da 640mila euro per aiutare i cinema colpiti dalla crisi a pagare gli affitti

Arrivano i soldi per le sale cinematografiche

È online l’avviso pubblico con cui la Regione Lazio predispone uno stanziamento straordinario di 640 mila euro per la promozione dell’esercizio cinematografico contribuendo, come già fatto con i teatri, al pagamento dei canoni di locazione delle sale per i mesi di chiusura forzata dovuti all’emergenza Covid-19 (marzo, aprile e maggio 2020). «Una misura importante - spiega il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti - per offrire un aiuto concreto a un comparto particolarmente colpito dall’emergenza economica di questi mesi. A causa della chiusura delle sale cinematografiche e ai conseguenti mancati incassi dovuti all’assenza degli spettatori, molte aziende sono oggi in difficoltà, ed è per questo che abbiamo stanziato dei fondi speciali che possono essere utilizzati proprio per affrontare spese come i canoni, spesso alti, dei locali. Cinema, arte, cultura sono una parte importante dell’economia produttiva del Lazio e la regione con diverse iniziative in questi mesi ha voluto fare anche in questo settore la sua parte».
Il bando, si legge in una nota delle Regione Lazio, «è rivolto alle micro, piccole e medie imprese operanti nel Lazio che abbiano in essere un contratto di locazione o di affitto azienda in corso di validità e regolarmente registrato, che siano in regola con le autorizzazioni necessarie per l’esercizio di pubblico spettacolo e che abbiano svolto documentata attività professionistica di spettacolo da almeno un anno (almeno 250 giornate di programmazione per i cinema situati all’interno del territorio di Roma Capitale, 200 per quelli nei capoluoghi di Provincia della Regione Lazio, 100 per cinema situati nei restanti Comuni). I richiedenti, inoltre, dovranno essere in regola con il pagamento dei canoni di locazione alla data del 31 dicembre 2019 e dichiarare nella richiesta se abbiano ottenuto o meno per le mensilità in oggetto altri contributi anche de minimis (in tal caso, il cumulo di questi ultimi con il contributo concesso dal bando non dovrà superare i 200 mila euro). L’avviso pubblico a sportello gestito da Laziocrea, società in house della Regione, è online sul sito www.laziocrea.it e sosterrà il 40 per cento dell’affitto complessivo. La domanda potrà essere presentata in carta semplice entro 30 giorni dalla data di pubblicazione dell’Avviso via pec all’indirizzo: avvisieventi.laziocrea legalmail.it». 
Un’ulteriore misura, prosegue la Regione Lazio nel comunicato, «che si inserisce all’interno delle numerose iniziative messe in campo dall’amministrazione regionale per la ripresa di tutti gli ambiti della cultura. L’audiovisivo è un settore strategico per la Regione Lazio che sostiene l’industria cinematografica con diversi progetti che pongono al centro la settima arte, dalle produzioni alle co-produzioni fino alla digitalizzazione e al restauro del patrimonio cinematografico e audiovisivo. Per agevolare la ripresa è stato prorogato anche l’avviso pubblico teatri, librerie e cinema verdi e digitali che, per i cinema del Lazio, mette a disposizione 1 milione di euro per favorire l’adozione di tecnologie digitali e l’efficientamento energetico. Le sale cinematografiche avranno dunque la possibilità di ricevere un aiuto concreto nell’acquisto di attrezzature, software, servizi ma anche per studi di fattibilità e diagnosi energetiche, progettazione e tanto altro. Il bando, disponibile ora fino al 22 giugno 2020, è consultabile sul sito di Laziocrea».

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

Salvini: "Mi criticano per le divise della polizia? Le porto con onore"
Gracia De Torres e Daniele Sandri
Il Tricolore atterra sui Fori Imperiali: ecco il lancio mozzafiato del paracadutista della Folgore