cerca

il delitto della caffarella

Luca e Anastasiya attirati in una trappola

L'ultima pista investigativa: gli spacciatori erano senza erba e armati perché volevano solo i soldi

Luca Sacchi, parla Gabrielli: non è la storia di due poveri ragazzi scippati

Uno dei due fermati per l'omicidio di Luca Sacchi

Sanno che quei ragazzi hanno uno zaino pieno di soldi con cui intendono comprare "erba". Ma Valerio Del Grosso e Paolo Pirino non hanno alcuna intenzione di vendere droga. Prendono un revolver calibro 38 e una mazza da baseball: escono con il preciso intento di fare una rapina.

Sembra essere una trappola ben orchestrata, quella in cui sono caduti Luca e Anastasiya. Un appuntamento fissato per una compravendita di "erba" che in realtà non sarebbe mai dovuta avvenire. Qualcuno potrebbe aver dato in pasto le vittime ai due ragazzi arrestati per aver ucciso Luca Sacchi lo scorso 23 ottobre, davanti al pub John Cabot, nella zona dei Colli Albani.
A dimostrarlo sono evidenze investigative. Quattro telecamere di sorveglianza della zona riprendono la Smart Fourfour degli indagati mentre si...

SE VUOI CONTINUARE A LEGGERE CLICCA QUI

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

Salvini: "Mi criticano per le divise della polizia? Le porto con onore"

Gracia De Torres e Daniele Sandri
Il Tricolore atterra sui Fori Imperiali: ecco il lancio mozzafiato del paracadutista della Folgore
Sul palco in bermuda, il balletto di Maradona per Maduro