cerca

convegno a palazzo venezia

Tre Stati dell'America Latina verso la Biennale di Venezia Arte 2019

Riflettori sui padiglioni Grenada, Guatemala e Repubblica Dominicana

Tre Stati dell'America Latina verso la Biennale di Venezia Arte 2019

L’Istituto Nazionale di Archeologia e Storia dell’Arte sarà sede, negli spazi di Palazzo Venezia a Roma, della presentazione dei padiglioni Grenada, Guatemala e Repubblica Dominicana presenti alla prossima Biennale di Venezia Arte. Da più parti del mondo stanno iniziando i preparativi per la prossima Biennale di Venezia, Arte, fissata dall’11 maggio al 24 novembre 2019: scelta degli artisti, conferenze sul tema, discussione dei progetti.

Tra questi appuntamenti, bisogna ricordare che il 6 ottobre 2018, a Roma, presso Palazzo Venezia, negli spazi dell’INASA, dalle 14 alle 18.00 - ingresso riservato - si terrà il convegno di presentazione dei diversi temi espositivi, con alcuni degli organi direttivi dei tre Padiglioni Nazionali dell’America Latina: Guatemala, Grenada e Repubblica Dominicana. I tre Stati presenti alla prossima Biennale, attraverso i propri Ministeri della Cultura, hanno ufficializzato gli incarichi dei loro curatori, facendo ricadere le nomine su alcuni dirigenti dell'autorevole società romana Start, nota per il suo impegno nell’editoria e in prestigiose esposizioni temporanee.

I Ministri della Cultura dei tre Paesi, Norland Cox per il Grenada, José Luis Chea Urruela per il Guatemala e Eduardo Selman per la Repubblica Dominicana, hanno affidato la curatela rispettivamente a Daniele Radini Tedeschi, Stefania Pieralice, Simone Pieralice e Gianni Dunil confermando così la fiducia internazionale di cui gode la Start. Fiore all’occhiello per la cultura nella Capitale, la Start è una società leader finalizzata  a incrementare il tasso di mercato delle opere d’arte e le loro vendite, con sedi operative a Milano, Roma e Venezia e una rete di contatti orientata verso il mercato anglo-americano.  A proposito di geo-economia la Start è anche promotrice dell’autorevole Atlante dell’Arte Contemporanea edito De Agostini, indispensabile strumento e “termometro” del mercato internazionale e del capitale artistico. Nei comitati scientifici dei tre padiglioni nazionali avranno altresì un ruolo determinante: Susan Mains, commissario del Grenada, Elsie Wunderlich coordinatrice per il Guatemala e Marianne de Tolentino co-curatrice per la Repubblica Dominicana. Queste ultime rappresenteranno le istanze artistiche di ogni paese al fine di realizzare una mostra rappresentativa delle identità culturali nazionali.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Salvini: "Mi criticano per le divise della polizia? Le porto con onore"

Gracia De Torres e Daniele Sandri
Il Tricolore atterra sui Fori Imperiali: ecco il lancio mozzafiato del paracadutista della Folgore
Sul palco in bermuda, il balletto di Maradona per Maduro