cerca

giornalista del tempo assalito

"Io, cronista aggredito dai rom"

Gli sgomberati del River occupano un hotel. Sgradita la presenza del nostro inviato: per lui mani addosso e minacce di morte

"Io, cronista aggredito dai rom"

Chiedere è lecito. Rispondere è cortesia. Aggredire è rom. I nomadi che oramai da tempo vagabondano da una piazza a un'altra, da un albergo chiuso a un ponte della Capitale lo avevano promesso: "Se ci sgomberate dal Camping River non finirà qui, entreremo anche nelle vostre case". Nessuno può "toccare" i rom, nessuno sembra abbia voglia di risolvere con provvedimenti definitivi una situazione che sta esplodendo ora dopo ora. Ma i rom invece sono liberi di minacciare gli italiani e di alzare le mani contro chi cerca di raccontare il disagio che creano a turisti e romani, che ogni giorno devono fare i conti con furti negli appartamenti, incendi dolosi nei campi a ridosso delle loro abitazioni e subire borseggi sui mezzi pubblici o durante le visite turistiche dei monumenti tra i più belli del mondo...

SE VUOI CONTINUARE A LEGGERE CLICCA QUI

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Gracia De Torres e Daniele Sandri: il nostro matrimonio gipsy bohemian [VIDEO]

Il Tricolore atterra sui Fori Imperiali: ecco il lancio mozzafiato del paracadutista della Folgore
Sul palco in bermuda, il balletto di Maradona per Maduro
Choc a Roma: si lancia dal tetto, i poliziotti lo afferrano per le caviglie

Opinioni