Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Il presidente Confcommercio: «Per me è solo una faccenda tra privati»

default_image

  • a
  • a
  • a

Enon potrebbe essere altrimenti visto il clamore mediatico sollevato dagli ultimi avvenimenti. C'è comunque un'indagine in corso e la nostra linea è di di piena fiducia nella magistratura. Aspettiamo con serenità gli esiti». Che idea si è fatto? «Sinceramente parlando non credo, come ho avuto modo di leggere su qualche giornale, che ci sia un sistema ben strutturato di corruzione nella polizia municipale. Penso, piuttosto, all'esistenza di alcune mele marce che agiscono individualmente ma che rischiano di mettere in cattiva luce tutto il corpo della polizia municipale, fatto a mio avviso di persone oneste». Dopo la denuncia dei Bernabei, altri imprenditori hanno cominciato a segnalare episodi ricorrenti di taglieggiamento. Possibile che in Confcommercio non siano mai arrivate queste voci? «Da quando sono io presidente posso assicurarle che non ho mai avuto notizia di simili episodi. Altrimenti, certo, li avrei denunciati come mio dovere all'autorità giudiziaria». Lei ha dichiarato di non conoscere la famiglia Bernabei e che questa vicenda è una questione tra privati. Non è forse un modo per prendere le distanze da questi imprenditori? «Confermo di non conoscere personalmente i Bernabei e di non aver mai avuto nulla a che vedere con loro, neanche come presidente di Federalberghi. Ho detto che è una faccenda tra privati perché la ritengo tale e non ho intenzione di dare alcun giudizio su fatti di cui non sono direttamente a conoscenza». Cosa si sente di dire o consigliare agli imprenditori che hanno dichiarato di aver subito pressioni da parte dei vigili? «Di non avere alcuna paura a denunciare. Chi è onesto e non ha scheletri nell'armadio non ha nulla da temere. Al contrario, un comportamento in qualche modo scorretto può esporre l'imprenditore ad eventuali vessazioni». Cosa dirà al Prefetto martedì? «Darò al Prefetto la mia disponibilità a collaborare pienamente. Nel frattempo ho avviato un'indagine interna all'Associazione, chiedendo ai presidenti di ogni nostro settore di segnalare ogni eventuale episodio sospetto». Damiana VerucciOREDROB:#[email protected]%@

Dai blog