Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Il topo abbocca. La scuola chiude

default_image

  • a
  • a
  • a

DanilaTozzi CERVETERI Topi a scuola, trovati morti in portineria, studenti in sciopero, genitori arrabbiati e oggi niente lezioni. È quello che è successo nell'Istituto Tecnico commerciale «Enrico Mattei» di via Settevene Palo, a Cerveteri. A scatenare la rivolta ieri mattina un roditore trovato morto dietro il pannello elettrico della portineria. L'odore insopportabile ha provocato la reazione dei bidelli che si sono rifiutati di lavorare in quelle condizioni. Oggi la scuola rimarrà chiusa per derattizzazione. Lunedì scorso erano stati allertati Asl, Comune e ditta perché intervenissero. «Abbiamo insistito con toni veementi - riferisce la vicepreside Margherita D'Antonio - Ci hanno impedito di aprire lo sportello dei contatori in attesa del loro arrivo». Nel frattempo però gli studenti hanno improvvisato uno sciopero e la maggioranza dei 900 studenti non è entrata in classe rimanendo in cortile o in aula magna. Solo in pochi hanno fatto lezione. I genitori preoccupati hanno chiamato i carabinieri. Lo stabile che sorge accanto al fosso Manganello era stato invaso già la settimana scorsa e la scuola aveva provveduto posizionando esche sotto le finestre del primo piano. Evidentemente un topo più temerario di altri si è infilato dentro l'edificio e lì è rimasto. I giovani che hanno coniato il termine "topolandia" per evidenziare la condizione della scuola. «Hanno capito che non saremmo più rientrati in classe - dicono Nando e Leonardo - perciò la decisione della derattizzazione». Più cauto il commento di Alessandra: «Secondo me comnque si è fatto troppo allarmismo in realtà nessuno da quello che so ha visto topi scorrazzare per aule e corridoi. Molti si sono basati sul sentito dire». OREDROB:#[email protected]%@

Dai blog