cerca

Dopo il caso Sileri

Porta la voce, ma in mascherina. Rocco Casalino è terrorizzato dal coronavirus

Dopo il contagio nel governo panico a palazzo Chigi, e il primo a prendere contromisure e' stato il portavoce di Giuseppe Conte. Certo ora la voce di Rocco Casalino esce un pizzico più flebile, filtrata da una delle rare mascherine con filtro ancora introvabili nella rete di farmacie italiane, ma la misura è stata imposta per continuare a lavorare a chiunque avesse avuto rapporti con membri dell'esecutivo poi risultati positivi al coronavirus. 

Per approfondire leggi anche: Ecco il mercato nero delle mascherine

E uno di questi, Pier Paolo Sileri, il viceministro della Salute che ha appena passato la fase critica, aveva partecipato prima di ammalarsi ad alcune riunioni del gabinetto di crisi cui era presente anche Casalino. Il portavoce mascherinato può così continuare il suo lavoro quotidiano in un momento di grande delicatezza per le informazioni che arrivano da palazzo Chigi...

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

Salvini: "Mi criticano per le divise della polizia? Le porto con onore"

Gracia De Torres e Daniele Sandri
Il Tricolore atterra sui Fori Imperiali: ecco il lancio mozzafiato del paracadutista della Folgore
Sul palco in bermuda, il balletto di Maradona per Maduro