cerca

autogol

La Nutella non si tocca. E Matteo fa dietrofront

La Nutella non si tocca. E Matteo fa dietrofront

La notizia non è nuova ma deve essere sfuggita al leader della Lega Matteo Salvini: in Italia non ci sono nocciole sufficienti per tutta la produzione della Nutella e, dunque, la Ferrero le compra anche in altre parti del mondo, tra cui la Turchia. Non solo. Negli ultimi anni il colosso alimentare ha promosso una serie di progetti per incrementare le piantagioni di nocciole nel Belpaese. Per questo all’azienda sarà suonata come una beffa la stoccata dell’ex ministro dell’Interno contro la crema al cacao.

Pochi giorni fa, parlando con una sua fan durante un comizio, Salvini ha detto:«La Nutella? Ma lo sa signora che ho cambiato? Perché ho scoperto che la Nutella usa nocciole turche, e io preferisco aiutare le aziende che usano prodotti italiani, preferisco mangiare italiano, aiutare gli agricoltori italiani». Un brutto scivolone, inatteso dal politico più bravo a usare i nuovi media. Un anno e mezzo fa...

SE VUOI CONTINUARE A LEGGERE CLICCA QUI

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

Salvini: "Mi criticano per le divise della polizia? Le porto con onore"

Gracia De Torres e Daniele Sandri
Il Tricolore atterra sui Fori Imperiali: ecco il lancio mozzafiato del paracadutista della Folgore
Sul palco in bermuda, il balletto di Maradona per Maduro