cerca

il caso

Lazio, sanità ancora commissariata

Il governo gela le attese della Regione: da gennaio non si torna alla gestione ordinaria. Zingaretti lo aveva annunciato, ma l'esecutivo frena: "Verifica in corso, servono mesi"

Lazio, sanità ancora commissariata

Fra 3 giorni il Lazio non uscirà dal commissariamento della Sanità. L’annunciato «rientro nella gestione ordinaria entro il 31 dicembre 2018» deliberato dal governo Gentiloni il 1° dicembre 2017, per ora non è in agenda. Occorrerà attendere quella del 2019, perché, secondo fonti governative, «ci vorrà qualche mese ai tavoli tecnici dei ministeri dell’Economia e della Salute per il vaglio dei dati contenuti nella richiesta di uscita presentata dal commissario Nicola Zingaretti». Ma, siccome non esiste un percorso definito per l’uscita dal Piano di Rientro (in vigore da 10 anni), nell’attesa Zingaretti potrebbe anche perdere il duplice incarico dopo lo stop imposto dal Governo ai presidenti di Regione che sono anche commissari per la sanità. Il Consiglio dei ministri, infatti, nominerà entro 90 giorni dalla data di entrata in vigore del decreto fiscale il nuovo commissario. Due binari paralleli di cui non si conosce ancora l’ordine di arrivo. Anche se la Regione è sicura che...

SE VUOI CONTINUARE A LEGGERE CLICCA QUI

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Salvini: "Mi criticano per le divise della polizia? Le porto con onore"

Gracia De Torres e Daniele Sandri
Il Tricolore atterra sui Fori Imperiali: ecco il lancio mozzafiato del paracadutista della Folgore
Sul palco in bermuda, il balletto di Maradona per Maduro