cerca

economia

Libra: Bankitalia, 'non chiudiamo la porta ma grande prudenza'

Roma, 25 set. (AdnKronos) - A iniziative come Libra "non abbiamo assolutamente chiuso la porta, anzi stiamo interloquendo con tanti operatori perché non si può restare in una 'riserva indiana'. Ma serve grande prudenza, perché è una scelta che va operata in un'interlocuzione più ampia e perché se oggi abbiamo la capacità di intercettare denaro sporco" se non si definiscono regole certe con questi nuovi strumenti "questa capacità di controllo si perde". Così parlando a un convegno sul Fintech organizzato a Roma da 'Fortune Italia', Alessandra Perrazzelli, vice direttore generale della Banca d'Italia, sintetizza l'apertura ma anche le preoccupazioni di Via Nazionale dinanzi a questi nuovi strumenti.

Quella delle autorizzazioni e dei 'paletti' a Libra è una scelta, aggiunge, che va fatta in tempi relativamente brevi ("Spero non ci si metta troppo tempo, perché c'è il rischio di essere sorpassati") ma che non può avvenire a livello nazionale: "Non è una scelta da fare paese per paese ma per aree geografiche" e che per l'Eurosistema - osserva - vuol dire "chiedersi se vogliamo essere quelli che aprono completamente le porte o quelli che controllano".

"Libra - osserva la Perrazzelli - si è approcciata ai regolatori" immaginando di non riscontrare eccessivi ostacoli e invece "ha trovato competenza e attenzione". "Ora - conclude - Vogliamo vedere come si forma il board di Libra, che è ancora in divenire".

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

Salvini: "Mi criticano per le divise della polizia? Le porto con onore"

Gracia De Torres e Daniele Sandri
Il Tricolore atterra sui Fori Imperiali: ecco il lancio mozzafiato del paracadutista della Folgore
Sul palco in bermuda, il balletto di Maradona per Maduro