cerca

roma bloccata

Tutti pazzi per i Ferragnez

La Re Mida in gonnella del Terzo Millennio è sbarcata di nuovo nella Città Eterna, a pochi giorni dalla opulenta sfilata di Giambattista Valli con la sua capsule low cost per H&M con seguente party e shopping notturno. La Re Mida che trasforma in oro tutto ciò che tocca, la “gold girl” non può che essere Chiara Ferragni. Reginetta di Instagram con 17,7 milioni di follower pazzi di lei, la ragazza dagli occhioni cerulei dalle lunghe ciglia e le chiome bionde fluenti tanto amate da L’Oreal, ama il lusso e il rosa Barbie, gira il mondo come noi prendiamo l’autobus fregandosene pure del jet-lag, ha casa a Los Angeles e Milano, parla le lingue, ha sposato lo stratatuato e innamorato Fedez da cui ha avuto il meraviglioso figlio Leone, ha trasformato il suo matrimonio lungo 3 giorni in un imperdibile evento in diretta Instagram che ha fatto sognare. Insomma, Chiaretta non sbaglia un colpo. E’ baciata dalla fortuna. Lunedì sera è arrivata a Roma per la première del chiacchieratissimo docu-film che analizza la sua vita e le sue opere da “imprenditrice digitale” number one, che chiamarla solo influencer ormai sarebbe un’offesa, contesa come è dai più grandi stilisti mejo di Naomi e scelta dalle aziende più importanti, che la strapagano. E’ stata accolta come una diva di Hollywood: stanza panoramica all’hotel de Russie, rose in camera e doni di varie griffe, pranzi e cenette da “Al Bolognese” in piazza del Popolo. “Chiara Ferragni – Unposted” , campione d’incassi nei tre giorni che è stato in sala a Milano ma demolito dalle critiche a settembre quando è stato presentato alla Mostra del Cinema di Venezia, è firmato e diretto da Elisa Amoruso, regista di “Bellissime” e “Strane straniere”. Ieri sera (la pellicola è già stata presentata a Milano e New York dopo il discusso lancio veneziano), un’alta marea di fan scatenate ha atteso fuori l’Auditorium della Conciliazione i “Ferragnez”: Chiara infatti era scortata dal suo Fedez (Leo è rimasto in albergo). Ovviamente aveva invitato le “Ferragnine” via Stories di Instagram: sa che sono loro la fonte dei suoi guadagni e le ha ringraziate con autografi e selfie a gogò. Chiara ha voluto che tutto fosse rosa: ecco dunque un lunghissimo pink carpet su via della Conciliazione transennata e stracolma di bodyguard, palloncini rosa, luci rosa. Il docu-film sarà disponibile in esclusiva su Amazon Prime Video in oltre 200 paesi del mondo dal 29 novembre. Tra i primi a calcare il pink carpet, Laura Chiatti e Michela Quattrociocche, Massimiliano Varrese, Benedetta Mazza, Adriana Rodmero, Ludovico Freemont, Ezia Baronio. Pronti ad applaudire il film che raccoglie anche interviste a Chiara e alle persone che la circondano, contributi di giornalisti, scrittori, sociologi e docenti universitari interrogati sul fenomeno della figura dell’influencer.

Per approfondire leggi anche: Chiara Ferragni star a Roma

La cremonese che ha studiato Giurisprudenza alla Bocconi ma non si è laureata, si è arricchita con la moda grazie a un sapiente uso dei social network tanto da esser diventata un successo globale a soli 10 anni dalla nascita del suo blog “The Blond Salad”.“Chiara Ferragni - Unposted” cerca di indagare proprio come i social abbiano trasformato le vite di alcuni e i metodi per fare business e diventare famose. Non è un mistero che la bella Ferragni sia una dei 10 influencer più pagati al mondo: risulta al sesto posto con 12mila dollari per un post come quelli di Calzedonia di cui è testimonial. Senza contare agli introiti del suo marchio e il fatturato di “The Blond Salade Crew” e della società Serendipity che incassa le royalties che derivano dall’utilizzo del suo marchio.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

Salvini: "Mi criticano per le divise della polizia? Le porto con onore"

Gracia De Torres e Daniele Sandri
Il Tricolore atterra sui Fori Imperiali: ecco il lancio mozzafiato del paracadutista della Folgore
Sul palco in bermuda, il balletto di Maradona per Maduro