cerca

Citroen festeggia i 101 anni

La mitica Ami torna... ma è elettrica

La mitica Ami torna... ma è elettrica

Saremmo dovuti andare a Parigi, a vederla di persona, ma le cronache del coronavirus ce lo hanno impedito. Il mezzo, però, è davvero simpatico e rivoluzionario e merita attenzione. Stiamo parlando dell’Ami, una sorta di quadriciclo 100% elettrico (si può guidare anche senza patente), realizzato dalla Citroen, in occasione del suo 101° compleanno. Derivata direttamente dall’Ami One Concept, presentato lo scorso anno al salone di Ginevra, questa piccola due posti, nasce per assicurare mobilità a “0” emissioni in ambito urbano. Vediamo un po’ di numeri: 2,41 m di lunghezza e diametro di sterzata di 7m; ruote da 14”; batteria da 5,5 kWh, posizionata sotto il pianale, per un’autonomia di 70 km e velocità massima di 45 km/h; possibilità di ricaricare anche tramite normale presa da 220 V, in sole 3 ore (può ricaricarsi, tramite apposito cavo, anche alle colonnine pubbliche). A vederla in foto, è davvero “Strana”: anteriore e posteriore, praticamente, sono identici ed i vetri laterali basculano, proprio come quelli della vecchia Ami. Singolari anche le portiere: normale quella del passeggero, “Antagonista” quella del conducente. Come abbiamo detto, non c’è bisogno di patente, bastano 14 anni e si sale su un quadriciclo: più sicuro di uno scooter e con ambiente riscaldato. L’Ami, ovviamente, è super connessa e, con il telefonino, si può fare di tutto, anche acquistarla. Anzi: “Acquistare” è una parola grossa, perché questo mezzo, che arriverà in Francia dal 30 marzo e poi nel resto d’Europa, offre numerose formule di utilizzo. Ad esempio, per la Francia: basteranno 19,99 euro al mese, per 48 mesi, più 2.640 euro di anticipo.

 

 

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

Salvini: "Mi criticano per le divise della polizia? Le porto con onore"

Gracia De Torres e Daniele Sandri
Il Tricolore atterra sui Fori Imperiali: ecco il lancio mozzafiato del paracadutista della Folgore
Sul palco in bermuda, il balletto di Maradona per Maduro