cerca

EUROPA LEAGUE

La Lazio riapre il suo girone con i gol di Milinkovic e Immobile

Battuto il Rennes 2-1: nella ripresa entra Sergej e ribalta gli avversari

La Lazio riapre il suo girone con i gol di Milinkovic e Immobile

Rimonta e vittoria. La Lazio ribalta il Rennes nella ripresa quando entrano i titolari. Vantaggio di Morel, Milinkovic, il migliore, pareggia e sforna l'assist per il gol di Immobile. Nell'altra partita il Celtic batte il Cluj e quindi il girone è tutto da giocare a cominciare dalla trasferta di Glasgow, il prossimo impegno della Lazio. Di certo la scelta di Inzaghi di puntare sulle seconde linee è condivisa dalla maggioranza del pubblico laziale. Poco più di 10.000 i presenti, dispersi in un Olimpico vecchio e sempre più inadeguato per queste gare europee. I tifosi biancocelesti considerano le sfide del girone come delle amichevoli e, nonostante i prezzi popolari, preferiscono vedersi la partita da casa. Il tecnico ne cambia sette rispetto alla gara di domenica stravinta contro il Genoa: dentro Vavro, Bastos, Lazzari, Parolo, Cataldi, Berisha e Caicedo, in pratica oltre al portiere Strakosha i reduci sono i due nazionali italiani Acerbi e Immobile più Lulic. Una vera rivoluzione, si punta sulla Lazio2 contro il Rennes, buona formazione del campionato francese capace di battere due volte il Psg negli ultimi mesi. Si parte con la Lazio che prova a prendere in mano la partita con modesti risultati. Ci prova Immobile al volo poi al 22' la fortuna aiuta i biancocelesti: cross di Niang, Acerbi scivola col braccio troppo largo e colpisce il pallone col braccio ma l' arbitro ucraino Boiko lo grazia e non concede un rigore netto. Il Var non funziona in questa competizione che la Uefa non vuole proprio rilanciare. Tant'è, la Lazio non si accende, troppe assenze pesanti nel cuore del centrocampo e, senza voler colpevolizzare i volenterosi Cataldi e Berisha, il gioco proprio non decolla contro un avversario di buon livello e messo in campo in modo speculare alla biancocelesti. Un primo tempo sbiadito si chiude con una punizione di Cataldi e poco altro. Otto minuti della ripresa e Inzaghi inserisce Milinkovic e Luis Alberto. Centoventi secondi passano, ti aspetti la Lazio e, invece, passa il Rennes: punizione dalla trequarti, svetta Morel e porta in vantaggio i francesi. Sulla rete grave la disattenzione di Sergej che però si riscatta poco dopo con un sinistro chirurgico. Il serbo sale in cattedra e, poco dopo la mezzora, ribalta il Rennes: cross al bacio e colpo di testa vincente di Immobile alla decima rete nelle coppe europee con la maglia della Lazio. A quel punto i francesi reagiscono e si buttano tutti all'assalto mentre Inzaghi inserisce Jony al posto di Lulic stanchissimo. Si soffre tanto perché solo Milinkovic tiene il pallone e fa salire un po' la squadra. Al 94' punizione per il Rennes, Strakosha para e salva la vittoria. Bene così.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Salvini: "Mi criticano per le divise della polizia? Le porto con onore"

Gracia De Torres e Daniele Sandri
Il Tricolore atterra sui Fori Imperiali: ecco il lancio mozzafiato del paracadutista della Folgore
Sul palco in bermuda, il balletto di Maradona per Maduro