cerca

truffette all'italiana

Italiani maestri del tarocco. Ci manca il finto virus

Italiani maestri del tarocco. Ci manca il finto virus

Per la serie «Ci facciamo sempre riconoscere», leggo di alcune truffe riguardanti le mascherine antivirus. Ne servono milioni e milioni, ne sono arrivate innumerevoli dall’estero, alcune aziende italiane si sono convertite o stanno convertendosi alla fabbricazione di queste mascherine, ma c’è sempre quello che crede d’essere più furbo degli altri e organizza una truffetta, così, tanto per stare in allenamento. Aveva ragione Ennio Flaiano: «Alla nazionalità bisogna rassegnarsi». Sì, sono d’accordo. Però, talvolta, è veramente difficile. Mi chiedo: qualche furbastro, sempre italiano, si inventerà anche un finto coronavirus?

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

Salvini: "Mi criticano per le divise della polizia? Le porto con onore"
Gracia De Torres e Daniele Sandri
Il Tricolore atterra sui Fori Imperiali: ecco il lancio mozzafiato del paracadutista della Folgore