cerca

NEL GHETTO

Nani, cartomanti e trapeziste tra i vip nel Circus

Nani, contorsioniste, cartomanti e trapezisti sospesi tra gli archi ottocenteschi di uno storico palazzo nel Ghetto: un grande circo dalle atmosfere dark per una notte dall’anima rock. “Circus” il titolo dell’opening party del nuovo Hotel Chapter Roma di via di S. Maria de’ Calderari, il primo di una collezione di alberghi di ultima generazione progettati da Marco Cilia. Chi è? Un imprenditore romano con un passato nell’alta finanza e l’incontenibile passione per l’arte. Folla delle grandi occasioni, ieri sera, per ammirare questo stravagante carrozzone di artisti e visitare l’albergo, 42 camere con vista sui tetti del centro, immaginato come uno scrigno di design e customer services di altissimo livello per ridefinire i contorni dell’hôtellerie, abbandonando i cliché e realizzando i desideri dell’emergente generazione internazionale di globetrotter. Insomma, un hotel che rispecchia l’idea di lusso accessibile e contemporaneo, smart ma non expensive. Fiumi di bollicine, finger food d’autore e dj set con le sonorità elettroniche del dj Lorenzo Rumi (resident del Raspoutine e del St. Regis) affiancato da una lady della dance music come Vanessa McAlexander.

Una giungla di edera nera arrampicata lungo le alte pareti e i soffitti a coprire ogni angolo del piano terra dell’hotel, trasforma le antiche architetture rielaborate da un golden team di artisti, artigiani e arredatori: il designer sudafricano Tristan Du Plessis, il duo americano Cyrcle, ovvero David Leavitt e David Torres, e Alice Pasquini autrice del magnetico murale che accoglie all’ingresso del bar. Si viene proiettati in una dimensione onirica da vivere spalla a spalla con i bravi performer circensi. Ecco il nano “domatore” di splendide modelle rese “selvatiche” da sapienti pennellate di body painting in chiave animalier. Ecco le intriganti cartomanti pronte a predire sogni e destini degli ospiti di “The Chapter” e gli acrobati in volo sulle loro teste. A deliziare i palati una collezione di finger food pensati e preparati ad hoc da Home Sweet Home, mentre nei due punti bar allestiti per l’occasione si versano i vini di Antinori e si miscelano quattro classici della mixology: Gin tonic, Negroni, Spritz e Moscow Mule. Lunghissima la lista degli ospiti Vip attesi al super party visionario e sopra le righe che cerca di proiettare Roma nel panorama internazionale:  Anna Falchi con il fidanzato onorevole di F.I. Andrea Ruggeri, Violante Placido, Manuela Arcuri, Desiree Popper, Elena Santarelli, Enrico Papi, Marina La Rosa, Anna Safroncik, Martina Stella, Giorgio Pasotti, Sergio Ruggeri e Carlotta Proietti e tanti altri.

A tutti Marco Cilia spiega: “Quello che fa la differenza in un hotel di lusso al passo coi tempi è l’esperienza che si riesce a regalare ai propri ospiti, accolti non come anonimi turisti ma come i protagonisti del nostro servizio e della propria permanenza. A loro dedichiamo un luogo fortemente ancorato con la città e con il rione ma assolutamente connesso col mondo, un posto mai alieno, capace non solo di accoglierli nel migliore dei modi ma anche di offrirgli stimoli non standardizzati, né banali. Per un soggiorno senza paragoni”. Prosit!

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

Salvini: "Mi criticano per le divise della polizia? Le porto con onore"

Gracia De Torres e Daniele Sandri
Il Tricolore atterra sui Fori Imperiali: ecco il lancio mozzafiato del paracadutista della Folgore
Sul palco in bermuda, il balletto di Maradona per Maduro