cerca

Notti romane

Al galà del Canottieri Roma spunta anche Alberto di Monaco

Accolto dall'amico Nicola Pietrangeli

Al galà del Canottieri Roma spunta anche Alberto di Monaco

Da sinistra a destra Massimo Veneziano, Nicola Pietrangeli, Alberto di Monaco e Stefano Brusadelli

Gocce di sangue reale in città. Dopo il blitz del principe Harry e della sua Meghan, a Roma per il matrimonio dell'amica stilista Misha Nonoo con il multimilionario statunitense Michael "Mikey" Hess, ecco sbarcare nella Città Eterna S.A.S. Alberto II.

Il principe sovrano di Monaco, secondogenito e unico erede maschio di Ranieri III di Monaco e di Grace Kelly, fratello delle mondanissime Carolina e Stefania, è arrivato a Roma intorno alle 17. Dopo la visita di Stato a Sanremo dove ha voluto vedere anche il santuario della Madonna della Costa che custodisce l'Altare dei Grimaldi.

Come buen retiro per la piccola vacanza romana ha scelto il lussuoso Rome Cavalieri Hilton a Monte Mario. Dove ad accoglierlo ha trovato Nicola Pietrangeli. Come mai? Perché il principe è l'ospite d'onore del gala di questa sera al Circolo Canottieri Roma, di cui è socio onorario dal 2001, che celebra il proprio Centenario. Pietrangeli gli ha donato la cravatta del sodalizio, blu con il logo creato per il Centenario che il Principe ha subito indossato fiero. "Sono orgoglioso di far parte di questo Circolo", ha detto Alberto, scortato dal suo assistente e da due guardie del corpo. La bella moglie Charlene non lo ha accompagnato nel suo viaggio in Italia, forse per non lasciare i loro due gemelli.  Alberto ha fatto il suo ingresso nel Circolo alle 20.30 sorridente e affabile ed è stato accolto dall'inno monegasco, a seguire l'inno di Mameli. 

Cinquecento ospiti selezionati tra soci del Circolo e amici Vip, accolti dal presidente Massimo Veneziano e dal vice presidente Stefano Brusadelli, hanno atteso ai bordi della piscina l'arrivo del principe al dinner di gala, organizzato dal Consigliere alla ristorazione Alessandro Ciampini. Attesi anche il presidente del CONI Giovanni Malagò e Walter Veltroni. Tra i tavoli, Michele Placido con la compagna Federica Vicenti.

Grande sicurezza per l'arrivo del principe, con il tratto di strada adiacente al Circolo chiuso dai vigili e parking vietato tutt'intorno. Ad allietare la serata la musica live di Demo Morselli con la sua orchestra. A sorpresa sul palco si è esibito anche Amedeo Minghi. C'è stato anche un omaggio musicale al maestro Armando Trovajoli, già socio del Canottieri.

In mattinata,  alle 10, sempre per i festeggiamenti dei 100 anni, si è disputata la "Coppa Berlucchi Regata del Centenario", gara di canottaggio sul tratto di fiume antistante il Canottieri Roma che ha visto la partecipazione di equipaggi provenienti dagli altri Circoli sportivi storici della Capitale. Dalla Spagna è arrivato invece il Club Albures de Remo di Siviglia. A presentare l'evento sportivo è stato Roberto Ciufoli che ha annunciato anche i vincitori della regata: la gara Open è stata vinta dal Circolo Aniene e quella Over 60 dal Canottieri Roma che se l'è vista fino all'ultimo col Tirrenia-Todaro.

 

 

 

 

 


Mail priva di virus. www.avg.com

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

Salvini: "Mi criticano per le divise della polizia? Le porto con onore"

Gracia De Torres e Daniele Sandri
Il Tricolore atterra sui Fori Imperiali: ecco il lancio mozzafiato del paracadutista della Folgore
Sul palco in bermuda, il balletto di Maradona per Maduro