cerca

Fisco vorace

Rifiuti, i bar romani sono i più tassati d'Italia

Nella Capitale imposte boom per i rifiuti prodotti dai locali. Fino al 30% in più della media laziale. Per i ristoranti +40% rispetto agli standard

Rifiuti, i bar romani sono i più tassati d'Italia

Roma Caput Mundi anche nel costo della tassa dei rifiuti prodotti da bar e ristoranti. Già, chi gestisce un'attività di ristorazione nella Capitale paga un balzello per l'immondizia più alto in media del 30% rispetto a un omologo esercente della regione Lazio e, addirittura del 40 percento più elevato di un collega che ha aperto in una qualunque altra zona della Penisola.

A fare i conti della diversità di trattamento fiscale è la Fipe-Confcommercio di Roma che ha dato la sua versione sulle cifre che i baristi romani versano al Comune per i rifiuti prodotti.

«Per un ristorante della Capitale la raccolta e lo smaltimento dei rifiuti ha un costo di 19,27 euro al metro quadrato. Il costo è del 29% più alto del valore medio regionale e del 40% del valore medio nazionale per la stessa tipologia di attività. Nel caso di un bar il costo a Roma è di 15,16 euro a metro quadrato, mentre la media regionale è inferiore del 25% e quella nazionale addirittura del 42%...

SE VUOI CONTINUARE A LEGGERE CLICCA QUI

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Gracia De Torres e Daniele Sandri: il nostro matrimonio gipsy bohemian [VIDEO]

Il Tricolore atterra sui Fori Imperiali: ecco il lancio mozzafiato del paracadutista della Folgore
Sul palco in bermuda, il balletto di Maradona per Maduro
Choc a Roma: si lancia dal tetto, i poliziotti lo afferrano per le caviglie

Opinioni