cerca

rissa fake

Grande Fratello Vip: i colpi bassi di Antonella Elia, Patrick cade nel tranello

Grande Fratello Vip: i colpi bassi di Antonella Elia, così Patrick cade nel tranello

Rissa a suon di colpi bassi al GFVip 4. Antonella Elia litiga con Patrick: “Sei uno sfaticato. Mi hai dato uno spintone. Gran pezzo di me**a” e il gieffino: “Sei una giocatrice falsa e calcolatrice. Ha ragione Barbara Alberti. Non ti ho spinto”. Serena Enardu grida alla squalifica, ma il video dello spintone non esiste. Semmai, una clip postata sul sito ufficiale dimostra che la Elia si è spostata di sua volontà.

Antonella Elia ha chiesto a Patrick di lavare i piatti, ma il gieffino si è rifiutato dicendo che avrebbe lavato solo le sue stoviglie così come era stato stabilito da tutti i concorrenti nei giorni precedenti. La Elia ha cercato di provocare una reazione insistendo che non era giusto, ma Patrick non le ha dato soddisfazione. Poco dopo si è avvicinato al lavabo dove erano Elia e Zequila per lavarsi la sua tazzina e Elia: “Smettila di fare il comico, credi di essere spiritosissimo sempre”, Patrick ha cercato di essere accondiscendente: “Va bene, te li lavo i piatti però è l’ultima volta. Abbiamo deciso che ognuno si lava il suo più i piatti di portata. Altrimenti succede che un povero cristo si trova a lavarne 50”, ma Antonella ha giocato d’azzardo: “Ahi, non spingere così!” e Patrick è caduto nel tranello: “Ma non ti ho spinto! Ah adesso stai recitando, va bene, basta. Vai a ca**are. Io non sono un attore, la pagliaccia la fai da qualche altro. Buffona, falsa”. La Elia ha iniziato a inveire: “Sei un maleducato come credevo che fossi, un gran maleducato. Ci abbiamo messo un mese e mezzo, ma alla fine ce l’abbiamo fatta a farti venire fuori per quello che sei: un clown del ca**o!”.

Dal video postato sul sito ufficiale del GFVip si vede chiaramente che Patrick non spinge Antonella, è la stessa soubrette a fare un passo di lato per consentire all’inquilino di sistemare la tazzina. Subito dopo l’ex valletta ha fatto la vittima con Adriana Volpe e Paola Di Benedetto: “Fa l’amicone, quello che ti abbraccia e ti bacia, ma è una me**a, è un incubo vivere qua dentro, gli ho chiesto di lavare i piatti e ha detto no, è tutta una finzione il suo essere il clown buono” e la Di Benedetto: “Ha toppato alla grande, stai tranquilla, non ti abbattere” e la soubrette dall’indole litigiosa: “Sì ma questo fa l’amicone, mi dice tesorina, mi fai i massaggi, ti vedevo a Non è la Rai e poi gli chiedi una cosa e risponde ‘va a ca**re. Qui fingono tutti!”.

Clizia Incorvaia le ha espresso solidarietà: “Glielo dirò a Patrick che ha sbagliato” e la Elia di nuovo: “Ha lavato i piatti per un mese e ha deciso di non farlo più, ma non funziona così e poi risponde ‘vai a ca**re’, ma sta scherzando? Sono dei mostri, questa non è più la realtà”. Clizia ne ha approfittato per sciorinare l’ennesima citazione: “Pensavo fosse amore e invece era un calesse. Anto devi fartene una ragione. Un cavallo di razza si vede a lungo raggio”. A sua volta Patrick parlando con Fernanda Lessa si è sfogato così: “Irreversibilmente mai più. Per quanto è machiavellica, falsa, calcolatrice e attrice, mai più. Non ci parlerò mai più. Per me quando una persona scade è la fine. Montovoli e Barbara Alberti hanno ragione. Abbiamo deciso ieri sera che ognuno si lava il suo? Basta! Ognuno si lava il suo e io lavo pure una padella. Il potere glielo dai tu se la ascolti, per me non esiste, è trasparente. Roba da pazzi. Lei strumentalizza e dice ‘allora sei pigro e non vuoi lavare i piatti’, non voglio litigare per ca**ate tipo i piatti e le ho detto ‘vai a ca**re’. Ogni cosa che dice mi entra e mi esce, non la ascolto più, né lei, né chi la segue, non mi interessa. Antonella è malvagia e perfida, ma fa finta di no. Con le persone negative che strumentalizzano e fanno trabocchetti, taglio i ponti. Non gioco per finta, ma sul serio”.

Antonella Elia però ha raccontato alle altre donne che Patrick era un “gran pezzo di me**a, pericoloso” perché le ha dato uno spintone spostandola di un metro. Serena Enardu, che si sente in una botte di ferro per l’edorsement di Maria De Filippi (“la conosco e so che ha messo il like senza alcuna malizia, non ha alcun retro pensiero”) e per essere l’unica concorrente di reality eliminata due volte e sempre dentro, ha gridato allo scandalo: “Non si possono mettere le mani addosso. E’ da squalifica! La spinta è da eliminazione, non ti può toccare”. Salvo colpi di scena lunedì in puntata, non esiste il filmato di questo presunto spintone. Pare che Patrick fosse a due metri di distanza dalla Elia. E stasera in piscina ad Adriana Volpe che chiedeva come fossero andate le cose ha ribadito: “Quello che ha fatto non è opinabile. E’ un dato di fatto. Ha sfruttato una mia piccola debolezza dicendo che sono pigro per scatenare la lite. D’ora in poi non casco nella sua rete, questa volta ho sbagliato, ho fatto un po’ di conflitto diretto, ma adesso per me è trasparente fino alla fine. Non casco più nelle sue trappolette. Serena ha detto che l’ho spinta, ma non è vero, non l’ho spinta.  Mi ha fatto passare per un fannullone, è una giocatrice strategica, io rido e scherzo però picchio duro se mi aggredisci e l’aggressione lei l’ha già tentata altre volte. Ad esempio si puliva la faccia dicendo che sputavo, ma non era vero, lo diceva apposta. Mi ha tagliato i capelli per farmi sbroccare, ma non c’è riuscita. Lo fa perché sa che sono forte, un po’ mi fa ridere perché siamo ripresi da 50 telecamere, si vede se l’ho spinta”.  

Nel pomeriggio, Patrick Ray Pugliese è stato preso di mira ancora una volta da Antonio Zequila che si è permesso di dirgli: “Prendi i pesi anche per me, pezzo di me**a” e il gieffino: “No, valli a prendere lì fuori e pezzo di me**a non me lo dici”.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

Salvini: "Mi criticano per le divise della polizia? Le porto con onore"

Gracia De Torres e Daniele Sandri
Il Tricolore atterra sui Fori Imperiali: ecco il lancio mozzafiato del paracadutista della Folgore
Sul palco in bermuda, il balletto di Maradona per Maduro