cerca

rivelazione hot

Sgarbi, Eva Robin's e il sesso a tre. Scatta il totonome

Sgarbi, Eva Robin's e il sesso a tre. Che scoop a luci rosse

La quarta puntata di “Live Non è la d’Urso” si chiude con un finale bollente. A notte fonda, Barbara d’Urso ospita il duo più litigioso della tv: Vittorio Sgarbi e Alessandra Mussolini. E’ subito bacio e scoop hot, molto hot da parte di Sgarbi: “Con Eva Robin’s, abbiamo fatto sesso a tre, l’altra era una carissima amica di Barbara, è morta 4-5 anni fa”. La d’Urso prima sgrana gli occhi, poi: “Ho capito, sì può essere vero”. E i social si scatenano sul totonome: Marina Ripa di Meana?

E’ passata la mezzanotte da un bel po’ quando Vittorio Sgarbi e Alessandra Mussolini, i volti più polemici e “aggressivi” della tv italiana si accoccolano sulle poltrone bianco latte di Barbara d’Urso. Alessandra Mussolini sigilla la pace con il critico d’arte baciandolo sulla bocca, poi lo lascia insultare la sventurata Caterina Collovati. La cosa più gentile che le dice è “hai la voce stridula di Mario Giordano”. Nelle sfere c’è Eva Robin’s, nota transessuale che anni orsono ha avuto una relazione con Sgarbi. Lui l’ha sempre detto senza problemi: “Ero attivo, la prendevo da dietro, non mi piace farmelo mettere nel c**o” e lei ieri notte ha ringraziato: “Ammiro il tuo fegato, sei uno dei pochi a dire che sei stato con me, in genere lo nascondono, dicono ‘sì… l’ho conosciuta’, te invece hai anche specificato chi faceva cosa, sono anche rimasta stupita”. Ma Sgarbi che non prova alcuna inibizione per il sesso, ha svelato un retroscena: “Eva Robin's è una donna. Quello che ha di maschile, non m'interessa. Abbiamo fatto sesso a tre con una morta”. Choc in studio e sul volto di Barbara d’Urso: “Come morta?” e il critico d’arte: “Morta, viva all’epoca. Anche con un’altra che però è ancora viva”. Un rapporto fra tre adulti consenzienti che Sgarbi descrive nei dettagli: “Siamo stati in un rapporto a tre… Lei è una morta molto famosa che è stata ospite tua tante volte, era una tua grandissima amica. Una donna straordinaria, celeberrima, famosissima, bellissima… ha fatto di tutto nell’arte, una donna di spettacolo. Io ebbi un rapporto con lei, attraverso il "lui" che è lei. Io misi il "lui" di lei… Lei prendeva il “lui di lei, di Eva, e io stavo dietro. Si chiama trenino. Non si può dire chi sia ma era più famosa di tutti noi, una delle più famose donne italiane. Io, Eva, la prendo come donna però se la prendo come uomo posso farla introdurre nella donna che era con noi, che però è morta quindi non si può dire chi è. Essendo a tre fu un rapporto più complesso, la terza persona era molto più sfrontata di noi, ma non si può parlare di lei, è morta 4-5 anni fa, forse meno. Non dopo il rapporto eh, ma vent’anni dopo”. La d’Urso prima ha ironizzato: “Non ci ho capito niente perché come tutti sanno non faccio sesso da tanto tempo”, poi si illumina: “Ho capito chi era, sì hai ragione, era una mia carissima amica. Donna pazzesca, sì ti credo, ci sta che l’abbia fatto”. Una divertita Eva Robin’s ha confermato l’incontro piccante: “Diciamo che era una serata da Dolce Vita. Eravamo in Via Veneto e poi siamo finiti in una stanza d’albergo”. E la Mussolini: “Non era un trenino, ma un tir!”. E così gli utenti di Twitter all’una di notte si sono ritrovati a spiare dal buco della serratura dando la caccia alla terza donna: Marta Marzotto? Laura Antonelli? O la più gettonata Marina Ripa di Meana come ha urlato in coro lo studio di “Live - Non è la d’Urso” senza essere smentito dai presenti?

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

Salvini: "Mi criticano per le divise della polizia? Le porto con onore"

Gracia De Torres e Daniele Sandri
Il Tricolore atterra sui Fori Imperiali: ecco il lancio mozzafiato del paracadutista della Folgore
Sul palco in bermuda, il balletto di Maradona per Maduro