Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Turisti travolti, i morti sono sette. L'investitore è in carcere: guidava per andare dalla ex

Davide Di Santo
  • a
  • a
  • a

È stato trasferito al carcere di Bolzano Stefan Lechner, il 27enne di Chienes, in Alto Adige, arrestato con l'accusa di omicidio stradale e lesioni stradali per aver provocato la morte di sette giovani turisti tedeschi a Lutago, in valle Aurina, la notte del 5 gennaio. In precedenza era stato ricoverato nel reparto di psichiatria dell'ospedale di Brunico. Il 27enne, hanno appurato le analisi, guidava con un tasso alcolemico di 1,97 grammi per litro - il limite di legge è 0,5 - quando la sua auto, una Audi TT, ha investito 17 persone che stavano attraversando la strada per raggiungere il loro albergo dopo una serata a Cadipietra nella discoteca Hexenkessel. Dalla Procura di Bolzano riferiscono che "è da ritenere che l'autovettura procedesse in eccesso di velocità".  Per approfondire leggi anche: Ubriaco fa strage di pedoni: sei morti in Alto Adige Lechner è in arresto per omicidio stradale plurimo: rischia fino a 18 anni di reclusione. Sabato sera, riporta Repubblica, dopo essere stato in un bar si era messo alla guida per andare dalla ex fidanzata che lo aveva lasciato solo il lunedì precedente, forse per un ultimo chiarimento.  Oggi è salito a sette il bilancio delle vittime. L'ultima vittima  una ragazza di 21 anni che era ricoverata in gravi condizioni nella Clinica universitaria di Innsbruck. Le altre vittime sono Rita Felicitas Vetter, studentessa di medicina ad Amburgo, Katarina Majic di Wuppertal, Rita Bennecke di Remscheid, Julius Valentin Uhlig di Colonia, studente di architettura e tifoso della squadra di calcio Fortuna Koeln, Julian Vlam di Siegen, calciatore del locale Tsv, e Philipp Schulte.

Dai blog